Nella Marsica bollette dell’acqua stratosferiche: Adoc Abruzzo chiede un tavolo di confronto



Avezzano – Subito un tavolo di confronto per risolvere il problema delle stratosferiche bollette che i cittadini dei comuni interessati stanno ricevendo in queste settimane dal Consorzio Acquedottistico Marsicano (Cam). A chiederlo è l’associazione di consumatori Adoc Abruzzo, all’indomani di un problema che sta aggravando i bilanci di tante famiglie in questi periodi già di grande difficoltà.

I conguagli che stanno arrivando in questi giorni – commenta Monica Di Cola, presidente Adoc Abruzzo – sono oggettivamente insostenibili, per di più calcolati in modalità incomprensibili. Per questo, chiamiamo a raccolta tutte le associazioni dei consumatori presenti sul territorio, per chiedere alle istituzioni, di cui Cam è partecipata, un tavolo di confronto affinché la trasparenza e l’equità tornino sovrane nei rapporti con l’utenza”.

Un appello, quello di Adoc Abruzzo, che arriva a pochi giorni dalla Giornata Mondiale dell’Acqua: “Un bene primario, da tutelare e garantire” aggiunge Monica Di Cola, che quindi lancia un appello a tutti i cittadini: “Anche alla luce di quanto sta accadendo in questi giorni, invitiamo tutti a fare un uso intelligente di questo bene, evitando sprechi e adottando uno stile di vita sempre più sostenibile. Il nostro sportello di Avezzano è disponibile a fornire consulenza ai consumatori: invitiamo tutti a contattarlo inviando una mail a avezzano@adocabruzzo.it o al numero 389 4423602”.

Comunicato stampa Adoc Abruzzo


Leggi anche