Negozi chiusi in centro, Donatelli: “Servono sgravi fiscali e canoni accessibili”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. La crisi ha colpito tutto il settore produttivo e si è fatta sentire soprattutto nei Centri Urbani. Ce ne eravamo accorti; il negozietto sotto casa di alimentari e articoli vari è definitivamente estinto e con  esso la maggior parte dei negozi di vicinato.

Contro la desertificazione dei nostri Centri Urbani, servono sgravi fiscali e canoni accessibili.

L’allarme lo abbiamo lanciato da alcuni anni, i Centri Urbani si sono svuotati, la nostra Città non ha piu’ un’anima e la chiusura o la fuga dei negozi, riduce la qualità della vita dei residenti e diminuisce la sicurezza.

La soluzione, secondo il Presidente di Confcommercio, Roberto Donatelli, passa per la Pubblica Amministrazione. Bisogna che il Governo Centrale e Amministrazione Locale, si  mettano d’accordo  per favorire il ripopolamento  commerciale della Città, attraverso una efficace politica di agevolazioni fiscali.

Alle Associazioni  dei proprietari  immobiliari, ribadiamo la nostra richiesta che è quella di rivedere le formule contrattuali per rendere i canoni commerciali più accessibili.




Lascia un commento