Nativi digitali, sempre più stimoli per i piccoli da internet e pc. Se ne parla in un convegno



Avezzano. L’uso degli smartphone, tablet e videogiochi da parte di minori è sempre più frequente. Siamo di fronte alla generazione dei “nativi digitali”: bambini e ragazzi superstimolati all’utilizzo di queste nuove tecnologie sin dalla loro tenera età. In questo contesto l’associazione Mamsitter Italia, che ha una sede anche ad Avezzano, sostiene le mamme lavoratrici e si impegna a diffondere le linee educative basate sul dialogo e sul gioco, offre lo spunto per riflettere sulle problematiche relative allo stato di salute attuale dei ragazzi, sabato 1 aprile con inizio alle ore 11,00, nella sala consiliare del Comune di Avezzano si terrà un convegno aperto al pubblico sul tema “Mondi virtuali e pericoli reali”, a cui parteciperanno
le dirigenti scolastiche Anna Amanzi (Itis Majorana) e Fabiana Iacovitti (Mazzini-Fermi); l’avv. Paolo Galdieri docente della Luiss e la psicologa dell’Ordine dei Psicologi dell’Aquila Antonella Colantoni, oltre Paola Cimaroli dell’Associazione Mamsitter Italia.
Il taglio del convegno è di ampio respiro, con contributi che affronteranno i diversi aspetti di un fenomeno che necessita di massima attenzione da parte dei genitori, dei docenti e del mondo della scuola, per evitare che la dipendenza da internet e dai videogiochi da parte degli adolescenti, diventi un male dilagante.
Il convegno è patrocinato dal Comune di Avezzano è aperto al pubblico con ingresso libero.



Leggi anche

Lascia un commento