Nasce il Comitato cittadino dei commercianti e residenti di Corso della Libertà e zone limitrofe



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Si è costituito il Comitato cittadino dei commercianti e residenti di Corso della Libertà e zone limitrofe. All’assemblea di costituzione hanno partecipato molti cittadini e le richieste di adesione sono pervenute anche dalle zone limitrofe quali Piazzale Matteotti, Via Tevere, Via Garibaldi, via Valeria. Il Comitato ha eletto in qualità di Presidente Luciana Simonelli, residente di Corso della Libertà, in qualità di Vicepresidente Giuliana Di Pasquale, commerciante di Corso della Libertà ed in qualità di segretario, Edoardo Stringini, residente di via Tevere.

Il Comitato nasce per la necessità di sensibilizzare l’amministrazione comunale e tutti gli organi locali competenti in merito, nei confronti dello stato di abbandono in cui versa la zona precedentemente identificata e dove si sono verificati diversi episodi, già noti alla cronaca, quali risse, furti, danneggiamenti, spaccio e introduzione di persone non autorizzate presso strutture chiuse (vedi clinica s. Maria).

Il comitato ha peraltro, lo scopo di avanzare – alle Autorità amministrative competenti – proposte atte alla mitigazione dei problemi “di sicurezza” che da tempo si riscontrano nella zona e che mettono a repentaglio la tranquillità dei residenti e il normale svolgimento della ordinaria attività lavorativa dei commercianti, che implica anche notevoli ripercussioni sulla economia locale.

Pur ringraziando il costante lavoro svolto da Polizia e Carabinieri, il Comitato ritiene che sia necessario un incisivo e fattivo intervento anche da parte delle amministrazione comunale alla quale – a breve – verrà richiesto un incontro al fine di stringere un più valido rapporto di collaborazione e di valutare la fattibilità di alcune rilevanti proposte emerse in sede di assemblea, finalizzate a garantire un miglior controllo del territorio. Si auspica pertanto, che l’Amministrazione comune si renda disponibile ad un rapporto di interazione e collaborazione con il Comitato medesimo.




Lascia un commento