Muro delle parole gentili, i bambini di Villavallelonga scrivono i loro pensieri gentili



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Villavallelonga – Il Comune di Villavallelonga quest’anno ha scelto di aderire alla “Giornata della gentilezza“, celebrata in tutto il mondo lo scorso 13 novembre, in maniera molto speciale. Con l’aiuto dei bambini delle scuole materne ed elementari del paese è stato allestito il “Muro delle parole gentili” sul quale ogni bambino ha potuto indicare il proprio pensiero gentile.

Secondo quanto spiegano gli amministratori di Villavallelonga, “il “Muro della Gentilezza” nasce in Iran nel 2005, grazie ad una persona, che è voluta restare anonima, che voleva combattere il freddo in una zona molto povera. Decise di usare un muro per raccogliere indumenti. «Se non hai bisogno lascialo, se ne hai bisogno prendilo» era il suo motto. Così per la prima volta nella storia un muro divenne simbolo di unione e non di guerra. Oggi appesi al muro della gentilezza non si trovano solo indumenti caldi per i senzatetto ma anche libri e accessori di prima necessità. Il muro è stato allestito anche in tante città italiane: Bologna, Milano, Roma, Bari, Trento, Catania. L’obiettivo è aiutare e incoraggiare le persone a donare“.

Sono bastati dei fogli di carta e la spontanea e brillante partecipazione dei più piccoli per creare, anche a Villavallelonga, il “Muro della gentilezza“. Nel progetto sono stati coinvolte anche le persone più gentili per eccellenza, ossia i nonni,perché” come scrivono dal Comune “vogliamo ringraziarli per tutto quello che fanno, in particolare per i bambini“.