Menzione alla Stazione del Soccorso Alpino di Avezzano



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – … per il tempestivo  e determinante intervento di salvataggio . Queste le parole d’inizio della menzione che l’Amministrazione Comunale di Avezzano ha assegnato, nella sala Consiliare del Comune, per  l’ insostituibile azione di intervento della Stazione di Soccorso Alpino di Avezzano.

Presenti il presidente del  Consiglio Comunale Domenico Di Berardino,  l’assessore Fabrizio Amatilli, il Capo  Stazione del Soccorso Alpino di Avezzano Fabio  Manzocchi, il dott. Gianfranco Gallese del Soccorso Alpino,  l’assessore Roberto Verdecchia,  il Dirigente Tiziano Zitella ed esponente sportivo  Annalisa Cipollone della  Parks Trail Promotion.

Il Presidente del Consiglio Comunale Di Berardino  ha sottolineato  l’importanza  e la certezza di avere un gruppo di persone che si mettono a disposizione degli altri. “E’ un valore che non ha prezzo come tante altre attività che sono messe in campo dai corpi di volontari.  Da qui la necessità di evidenziare ciò che viene fatto. Oggi dare la consegna di un encomio è  sollecitare e portare alla attenzione dei cittadini questo impegno e  coinvolgerli ,direttamente, a far si che loro stessi si sentano partecipi di progetti  importanti. Queste  attività vengono fatte  in silenzio e sono le vere azioni che andrebbero evidenziate, sono azioni importanti che fanno parte della cultura di ogni comunità. Non possiamo dunque che ringraziare coloro che si attivano quotidianamente per gli altri,   mettendosi  a disposizione del  bene comune. Questo evidenzia una azione di grande prestigio, perché fatta con il cuore in quanto si crede in ciò che si fa . Oggi abbiamo un attività frenetica, la vita ci porta a velocizzare tutto.  Perdiamo quei momenti in cui ci possiamo incontrare, scambiare opinioni . In questi  momenti abbiamo  l’obbligo di ragionare e riflettere sul nostro paese , sulle responsabilità che ciascuno di noi ha per il bene della nostra comunità, così come la capacità di cooperare per tal fine,  senza avere di contro alcun interesse.”

Il commento del  dott.  Gianfranco Gallese del  Soccorso Alpino di Avezzano , per anni presidente del CAI, ha evidenziato che è sempre gratificante  riceve un encomio  per l’ interventistica  che si effettua come attività di soccorso  normalmente in montagna e nello specifico,  per  quello  effettuato sul monte Sirente che ha comportato il salvataggio, grazie ad un brillante operazione di recupero  con l’elicottero, di un alpinista gravemente ferito e  di altre persone in difficoltà.  .   “Sono uomini eccezionali che hanno una preparazione ineccepibile. E’ un lavoro duro che tutti , grazie alla televisione,  possono constare  quando purtroppo si deve intervenire  per il salvataggio di chi si trova in condizioni di pericolo.  Il più delle volte in situazioni estreme.  L’obiettivo di un ogni azione è il malato o nel caso l’infortunato.  Un ringraziamento in particolare oltre all’amministrazione di Avezzano agli amici della  HTMS(Heart Trail Monte Salviano) e alla BCC di Roma che hanno fornito alla Stazione del Soccorso Alpino di Avezzano un defibrillatore compatto e leggere proprio per un miglior uso in montagna. Fondamentale per salvare una vita umana”

Proprio il Capo Stazione del Soccorso Alpino di Avezzano Fabio Manzocchi  si è prodigato nei consigli per evitare i  pericoli in montagna: non avventurarsi mai da soli soprattutto in percorsi o montagne che  non si conoscono. Quando si tratta di escursioni  bisogna preventivamente controllare il meteo e prepararsi uno zaino adeguato per l’escursione che si fa. “ Ben diversa la situazione se parliamo di escursioni alpinistiche, sotto questo aspetto,  senza dubbio bisogna contattare una guida a alpina che di sicuro è la persona più idonea per portare un neofita in montagna. Noi crediamo non esistano montagne assassine ma uomini sfortunati ed imprudenti . Non è la neve non è la roccia,  oggi la montagna è diventata terreno di gioco di tutti quanti per cui è necessario premunirsi bene prima di partire.”

Siete  angeli della montagna. “   così si è espresso l’assessore Fabrizio Amatilli rivolgendosi ai componenti del Soccorso Alpino Avezzano “In maniera disinteressata, rappresentate quella bella parte d’Italia che per fortuna esiste ed è preponderante . Queste azioni hanno un valore umano enorme ed il riconoscimento che questa Amministrazione, a nome della popolazione, viene fatto perché è dovuto. In tal modo si può diffondere i vostri gesti come esempio soprattutto per i giovani. Il volontariato opera per il bene della nostra comunità, sottraendo tempo al proprio lavoro alle proprie famiglie. Dobbiamo incentivare la cultura dell’esempio. Da quando ho avuto l’incarico di assessore con le deleghe che mi sono state attribuite del sociale, della cultura e dello sport, ho compreso una profonda lezione. Non esisterebbero questi tre temi   se non ci fossero le associazioni . Il fondamento di queste attività  sono le associazioni dei cittadini. Palestra importante perché nella maniera più bella  è maestra di vita. con il contributo che questi valori portano.  Voi diffondere la cultura sana della montagna e dello sport. L’amministrazione è al vostro fianco.  ”

Durante l’incontro è stato proiettato il video della operazione di salvataggio .  Ha commentare le immagini Fabio Manzocchi.

Il soccorso è avvenuto  sulla parete Nord del  Monte Sirente ad una quota di circa 2,200 mt. , con   ancora presenza di neve e con la situazione meteo avversa. Ci sono state delle cordate che sono partite la mattina per percorrere determinati itinerari alpinistici del  lato nord per uscire in vetta.  Arrivata la telefonata  di segnalazione,  in pochissimo tempo sono state organizzate delle squadre,  una parte elitrasportate ed una parte a piedi . Giunti in vetta sono riusciti ad entrare nel cuore della parete nord e prestare i primi soccorsi all’infortunato  che poi imbracato è stato  fatto salire sull’elicottero ed ha raggiunto l’ospedale . Il merito della riuscita va anche al  Comandate elicotterista Paolo Righetti  ed ai piloti dell’elisoccorso Abruzzo , altra realtà fondamentale del soccorso . La situazione metereologica in quel momento era di neve e forte vento.  Sono poi stati portati in  sicurezza tutti coloro che erano lungo la parete.

“Siamo ovviamente felici e contenti oggi di ricevere un riconoscimento per  questa che  è stata una azione  particolare, ma  per quanto riguarda la Stazione ed il soccorso alpino i soccorsi sono tutti uguali,” così prosegue Manzocchi – “hanno tutti la medesima valenza, importanza  e dedizione  alla persona   sia essa ferita  in alta quota o durante una passeggiata.  Qui non ci sono eroi , siamo tutti persone normalissime, gente tranquilla. Nulla è al caso, quest’anno il 2016 è l’anniversario dei 30 anni di attività della Stazione di Soccorso Alpino di Avezzano e non è poco. Naturale cambio generazionale che la vita impone, ma èdoveroso ricordare che ognuno ha dato parte dei sé”

Annalisa Cipollone,  specializzazione sportiva Skyrunning , vertical running discipline della corsa in montagna , ha asserito che “In montagna il mio ruolo è  quello di poter constatare da un altro punto di vista l’importanza del soccorso alpino, perché come atleta ho potuto apprezzare quello che è il valore aggiunto  di questo corpo . Anche in campo sportivo è fondamentale avere come riferimento  e anche come supporto persone professionali in grado  di garantire la sicurezza di chi fa sport in montagna,  sia in forma estrema che più dolce . Con  Christian Proietti  si è organizzata una gara di beneficenza non competitiva,  svoltasi lo scorso 8 dicembre, ed in quella occasione è stato possibile donare alla stazione del soccorso alpino di Avezzano il defibrillatore mobile,  un segno concreto di  quanto si creda in questa unità.  In programma a settembre la stessa gara,  un po’ più tecnica  a cui parteciperà  il Soccorso  alpinino di Avezzano, che farà assistenza sul percorso.  L’evento si attuerà grazie all’  HTMS  e Montura sponsor ufficiale tecnico.

Va ricordato che la stazione di Avezzano  del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino esiste da 30 anni ed appartiene alla XX delegazione (Abruzzo).  Attualmente conta 14 Volontari, tra i quali :

1 Guida Alpina -2 Medici – 1 unita cinofila abilitata sia per ricerca di superficie (UCRS) che in valanga (UCV)

4 tecnici di elisoccorso – 1 tecnico di ricerca

Nel corso del 2015 la stazione attraverso i suoi membri è stata impegnata in 65 missioni di carattere alpinistico e/o sanitario, mentre nell’anno in corso ha già effettuato 32 missioni.

Presente, come unità dello staff,  anche  Berault,  di  Antonello Iacobucci cinofilo CNSAS,   intervenuto  nell’emergenza sismica aquilana.




Lascia un commento