Maxi operazione dei Carabinieri nella Marsica



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Marsica – Maxi operazione dei Carabinieri volta al contrasto dei reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti e all’immigrazione clandestina.  Ieri sera i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Avezzano hanno arrestato El Mahdi Er Riqioui, marocchino irregolare classe ’88, trovato in possesso di 11 dosi di cocaina all’interno della sua abitazione di San Pelino Vecchio. A seguito dell’irruzione in casa dei militari, il marocchino ha consegnato spontaneamente la sostanza stupefacente.  Lo straniero, rappresentato dall’avvocato Mauro Ceci, dovrà comparire domani alle 9 davanti al Gip Maria Proia per l’udienza di convalida dell’arresto.

All’alba, invece, sono arrestati due marocchini, Tarik Mounir di 21 anni e Abderrazac Nassite di 35 anni, ritenuti responsabili dell’aggressione ai danni di un Carabiniere avvenuta lo scorso 25 marzo: il militare, nell’occasione, era stato preso a sprangate ed era finito in ospedale con una prognosi di 30 giorni.

I Carabinieri di Avezzano, con il supporto dei colleghi delle Compagnia di Tagliacozzo e Sulmona e di due cani antidroga del Nucleo Cinofili di Chieti, hanno proceduto ad una serie di perquisizioni a tappeto in tutta Avezzano a carico di cittadini stranieri e di alcuni italiani (16 i soggetti sottoposti a perquisizione, di cui 3 italiani), alla ricerca di droga. Nel corso dell’attività, che ha visto impegnati più di 50 militari, sono stati rinvenuti quantitativi di cocaina e marijuana, materiale atto al confezionamento della droga ed ingenti quantitativi di denaro, provento delle attività di spaccio.




Lascia un commento