Materiale di risulta abbandonato a ridosso del cimitero di Lecce nei Marsi



Lecce nei Marsi – Le pessime abitudini di chi sporca e inquina sono difficili da mutare. Lo evidenzia anche il vicesindaco di Lecce nei Marsi, Augusto Barile, nel momento in cui ha condiviso via social il suo sconforto e la sua indignazione di fronte all’ennesima prova di inciviltà della quale è stato testimone: “è inutile fare ogni sforzo per tenere un paese pulito e accogliente quando abbiamo tra di noi degli emeriti zozzoni!“. Purtroppo qualche soggetto poco rispettoso dello spazio di tutti, e quindi tutt’altro che civile, ha scelto di scaricare quello che sembra materiale di risulta proprio a ridosso del cimitero comunale di Lecce nei Marsi.

La rabbia dell’amministratore del paese marsicano è evidente così come è evidente la frustrazione di chi, spesso, sente di combattere una battaglia persa. L’abbandono di rifiuti, stavolta, ha un carattere ancora più irriguardoso poiché il mucchio di inerti e sporcizia è stato lasciato praticamente a pochi centimetri dalle mura del cimitero, in prossimità dei loculi. Del tutto legittima e comprensibile, quindi, la reazione di Barile: “La coscienza, se ne avete una, non dovrebbe farvi più dormire la notte“.