Marletta su PPI di Tagliacozzo: “Inammissibile riapertura solo H12, crea cittadini di serie A e di serie B. La raccolta firme ha la mia adesione incondizionata”

Tagliacozzo – Nella giornata di ieri è  stata lanciata on line una raccolta firme per la riapertura H24 del punto di Primo Soccorso del Presidio Ospedaliero “Umberto I” di Tagliacozzo. Una protesta per testimoniare il dissenso dei cittadini verso la decisione di voler riaprire il P.S. H12 anziché H24, come era prima dell’emergenza sanitaria del Coranavirus.

Sul caso è intervenuto il Consigliere Comunale Manuela Marletta.

Apprendo dalla stampa la lodevole iniziativa di una raccolta firme a favore della riapertura h24 del Pronto Soccorso dell’ospedale di Tagliacozzo. Da circa trent’anni i nostri concittadini si battono in difesa dell’ospedale e del suo insostituibile P.S.. Sapere oggi, dopo diversi mesi di chiusura, che il Punto di Primo Intervento verrà riaperto solo h12 è inammissibile, inaccettabile e ingiustificabile.

I cittadini possono avere bisogno in ogni momento di assistenza medica e la politica non può decidere quando e dove ci si può ammalare se non si vogliono creare cittadini di serie A e di serie B. È per queste ragioni che l’iniziativa della raccolta firme trova la mia adesione incondizionata” conclude Marletta.

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0.00
Send this to a friend