Mandragora tra gli spinaci: distrutti sette bancali di verdura provenienti da Avezzano

Avezzano – Sono stati sequestrati, e quindi distrutti, sette bancali di spinaci che provenivano dalla Marsica. Il timore è che potessero contenere, oltre alla verdura commestibile, anche foglie appartenenti alla pianta tossica della mandragora (o mandragola). La distruzione è avvenuta presso il centro agroalimentare di Volla, comune situato nel territorio della città metropolitana di Napoli.

Già nella giornata di ieri, dalle nostre pagine, avevamo reso noto che in Campania sono stati rilevati otto casi di intossicazione dovuti all’ingestione di mandragora. La pianta, diffusa in tutta l’area mediterranea, ha un aspetto che si confonde con quello di diverse verdure a foglia larga come spinaci o biete, per esempio. In Abruzzo, al momento, non si segnalano casi di intossicazione.

LEGGI ANCHE

Intossicati dalla mandragora finita tra gli spinaci, un lotto distribuito anche ad Avezzano

Leggi anche