Castello baronale dei Colonna occupato da soldati spagnoli
La congiura del governatore di Avezzano in un contesto sociale corrotto e instabile (1680-1688)
Nel regno di Napoli e nella Marsica, come andiamo affermando, gli accordi tra viceré spagnoli e poteri feudali per il controllo delle risorse del territorio appaiono, per gran parte del Seicento, come...
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Porta dei Marsi a Tagliacozzo: ecco com'era nel 1900
Tagliacozzo – La Porta dei Marsi di Tagliacozzo è uno dei luoghi iconici del paese marsicano. Si tratta di uno dei cinque ingressi medievali che consentivano l’accesso al borgo. Nell’immagine...
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Prima dell’orso e del camoscio: predatori e prede di 10 milioni di anni fa
Opi – Il 3 aprile del 1993 si tenne, a Pescasseroli, capitale del Parco, una conferenza dal tema: “La scoperta del primo giacimento di vertebrati fossili nel Parco”. Per la verità la scoperta fu...
Oltraggio del Gran Contestabile Sciarra Colonna al papa (lo schiaffo di Anagni)
Escrescenze del lago di Fucino, l’architetto Fontana e il Gran Contestabile Sciarra Colonna (1680-1683)
Per ragioni di spazio, pur omettendo numerosi altri episodi che determinarono la vita socio-economico-politica del territorio in questione, occorre accennare a fatti importanti con gradi diversi e sotto...
Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina
La fine della "Università degli Artigiani": dal Centro di formazione professionale "San Berardo" di Pescina all'oblio totale
Pescina – Era il periodo post bellico, correvano gli anni ’50, e fu allora che la Pontificia Opera Assistenza del Vaticano, la concattedrale dei Marsi, Santa Maria delle Grazie, con l’allora...
Un disegno di Raffaele Fabretti (1683)
Spese e introiti delle stanghe colonnesi poste sul lago di Fucino
Ricostruendo la storia del feudo dei Colonna, è bene focalizzare la nostra attenzione su un altro corposo volume esistente nell’Archivio di Stato di L’Aquila, intitolato: «Lago di Fucine. Scritture dall’anno...
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
La piazza e i giardini visti dal Castello Orsini di Avezzano prima del terremoto 1915
Avezzano – In passato, dalle nostre pagine, abbiamo mostrato, attraverso un’affascinante e interessante cartolina d’epoca, l’aspetto che aveva piazza Castello, ad Avezzano, prima...
Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo
"Trascurata dal punto di vista archeologico l'area del Parco nazionale d'Abruzzo"
Opi – Che l’Abruzzo sia una regione abitata fin dalla Preistoria lo dimostrano i ritrovamenti di selci paleolitici oltre agli avanzi neolitici, che sono vari e copiosi, e le tracce umane che lasciano...
Cerca
Close this search box.

Mammarella: “Resto consigliere e continuerò a lavorare per Scurcola Marsicana”

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Evandro Marola
Evandro Marola
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Secondino Roselli
Secondino Roselli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Rita Iacone
Rita Iacone
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Mario Buongiovanni
Mario Buongiovanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Marilena Cesta
Marilena Cesta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Roberto Palermini
Roberto Palermini
Vedi necrologio

Scurcola Marsicana – “Non ho voluto fare, sino ad oggi, nessun commento su quanto accaduto riguardo le mie dimissioni, ma alla luce delle dichiarazioni rese oggi del primo cittadino di Scurcola Marsicana, credo sia da parte mia doveroso fare alcune precisazioni al fine di evitare inutili fraintendimenti e polemiche”. E’ quanto dichiara il consigliere Fabio Mammarella.

“La decisione delle mie dimissioni ha avuto un forte senso di responsabilità, al contrario di quanto ha espresso il primo cittadino nei miei confronti, per il semplice fatto che quando ci si trova di fronte a delle evidenti incomprensioni interne ad un’amministrazione:

1)    si può decidere di affrontarle con fermezza destabilizzando ancora di più un precario e confuso equilibrio amministrativo;

2)    si può decidere di fare un passo indietro e lasciare il posto alla speranza che altri componenti della maggioranza possano fare meglio di te.

Io ho optato per la seconda scelta, e questo risulta essere per il sottoscritto, senso di responsabilità.

Non mi rispecchiavo nel confuso modus operandi di questa leadership amministrativa, ma trovavo solo porte chiuse laddove provavo a chiarire evidenti disagi ed incertezze interne; questo deve essere tuttavia rispettato da tutti con la stessa tranquillità e consapevolezza che ho io in questi giorni, anche perché la mia figura di componente del Consiglio Comunale – ci tengo ad evidenziarlo – non precluderà affatto la disponibilità alla collaborazione, ma soprattutto al perseguimento di quegli intenti politici condivisi anche dal sottoscritto all’inizio di questo cammino amministrativo. Questa tranquillità e questa forza la devo all’infinità di persone che in questi giorni mi sono state vicino con attestati di stima e manifestazioni d’affetto e proprio nell’interesse della comunità e per onorare il più alto numero di preferenze ricevute alle ultime elezioni, proseguirò nel mio lavoro.

Io non ho protocollato direttamente le mie dimissioni perché non lo ritenevo opportuno in quel momento, ma le ho consegnate al Sindaco che, è corretto ribadire, nel pieno diritto ed esercizio delle sue funzioni, si è precipitata a farle protocollare, senza aprire, nei giorni a seguire, nessun tipo di canale comunicativo, a differenza di quanto dichiara oggi con infondatezza, neanche dinanzi a mie personali aperture ed al ritiro delle stesse dimissioni.

Il successivo ritiro delle mie dimissioni è stato un gesto di consapevolezza nei confronti delle numerose e particolari circostanze che mi hanno coinvolto in quelle ore; in virtù, pertanto, delle motivazioni di carattere personale delle mie dimissioni che nulla avevano a che fare con le scelte amministrative del Sindaco che sono sempre state condivise dal sottoscritto, fino al 18 Febbraio, ed in virtù della successiva comunicazione del Sindaco che mi addossava responsabilità di carattere politico/amministrativo, anziché comprendere che le origini delle motivazioni erano ben altre, ho ritenuto che le stesse cause dovevano essere responsabilmente subordinate alle opportune, necessarie quanto imminenti procedure amministrative da attuare dalla maggioranza comunale della quale facevo parte e appropriate per farmi ritirare, pertanto, le dimissioni.

Purtroppo, l’amministrazione comunale prosegue nell’intento, attraverso i media, di screditare il sottoscritto e cercare di gettare fumo negli occhi di fronte alle proprie evidenti responsabilità di incertezza amministrativa. Se dopo aver ostentato tanta serenità, si continua a trattare l’argomento è evidente un disagio interno che non si riesce a controllare.

Questa vicenda sono sicuro che darà, per forza di cose, una nuova scossa al Sindaco ed ai suoi collaboratori che spero riprendano, molto presto, quanto ho iniziato e portato avanti io in questi due anni sempre nel rispetto e nelle competenze dei ruoli che i cittadini mi avevano delegato. Io continuerò a lavorare per dare il mio contribuito a questo paese come ho sempre fatto, e resterò a disposizione, come faccio da 27 anni, per la mia comunità all’interno del Consiglio Comunale.

In ogni caso mi riservo di intraprendere azioni o prendere posizioni, nei confronti di quanto è stato detto e scritto nei miei confronti, nei modi e nelle sedi opportune laddove se ne ravvisi la necessità.

LEGGI ANCHE

Screenshot_2024-06-14-21-10-34-681_com.facebook
IMG-20240614-WA0089
Carsoli previene l'emergenza idrica: fino al 30 Settembre divieto di prelievo di acqua potabile per qualsiasi uso improprio
Domani visita guidata gratuita presso la Villa Romana di Avezzano per le Giornate europee dell'archeologia
Giovanni Stinelli sarà il referente di Avezzano per la Commissione assegnazione alloggi popolari dell'Ater della Provincia dell'Aquila
Domani, 15 Giugno, è prevista la riapertura dell’Ufficio postale di Cappadocia
Elezione del presidente, del vicepresidente e del segretario del Consiglio Permanente delle Associazioni d'Arma
"Sto cercando un'amica gentile per mia sorella": attenzione alla nuova truffa via sms
BRIGA_ (© Claudio Porcarelli) 1-2
Caduto dal nido e messo in salvo dai Carabinieri Forestale, Fiocco l'allocco sta per tornare libero
Va in pensione la storica “Littorina”, il treno che per oltre 50 anni ha percorso la tratta ferroviaria “Avezzano-Sora-Roccasecca”
stefano venturini tagliacozoz
Screenshot_2024-06-12-16-16-10-941_com.facebook
WhatsApp Image 2024-06-14 at 11.00
Nomadi, Uccio De Santis e "Voglio Tornare negli Anni 90", ospiti ad agosto a Meta
Scassinata e messa a soqquadro la casetta dell'associazione Antichi Mestieri di Camporotondo
sfalcio erba per terreni
"La bottega dei racconti": un libro per raccontare le storie dei ragazzi dell’I. di Girolamo di Magliano dei Marsi
L'ululato dei lupi, lo spettacolare video di Fabrizio Cordischi per Rewilding Apennines
PHOTO-2024-06-14-10-10-17 (2)
Pescasseroli Comunità Energetica Rinnovabile: oggi incontro formativo e conoscitivo per cittadini, imprese e istituzioni
"
celano feste
Festiv’Alba 2024, come acquistare biglietti o abbonamenti

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Evandro Marola
Evandro Marola
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Secondino Roselli
Secondino Roselli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Rita Iacone
Rita Iacone
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Mario Buongiovanni
Mario Buongiovanni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Marilena Cesta
Marilena Cesta
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Roberto Palermini
Roberto Palermini
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.