Malattie rare che sfuggono alla diagnosi: riconoscerle, approfondirle ed impedirne i danni


 

Celano – Si mascherano in età pediatrica dietro sintomi molto sfumati, spesso  ‘eludono’ la diagnosi e, quando si è adulti, diventano manifeste, con danni seri al sistema nervoso e patologie del sangue. Si tratta delle malattie rare che possono essere diagnosticate per tempo solo se il medico è in possesso delle chiavi per decifrarle.
L’obiettivo del convegno, di respiro extraregionale, in programma domani, sabato 9 aprile a Celano (Aq),  all’hotel Le Gole, ha proprio questo obiettivo: fornire a medici di base, pediatri e specialisti il ‘cifrario’ per riconoscere queste patologie rarissime in presenza di determinati sintomi, con la possibilità di approfondirne la conoscenza e di sapere quali sono i centri specializzati, in Italia e all’estero, a cui può essere indirizzato il proprio assistito.

Nel convegno di Celano, dalle 8.30 alle 16.00,  dal titolo: ‘Le malattie rare e l’Abruzzo: informativa per i medici del territorio’, vi saranno oltre 100 partecipanti, tra esperti di rango nazionale e operatori sanitari abruzzesi e non.
I lavori sono organizzati dalla referente della malattie rare per la Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, Antonella Gualtieri.
A medici di famiglia e pediatri verrà illustrato l’uso di un registro regionale informatizzato con cui sarà possibile conoscere la situazione clinica del proprio paziente, avere a disposizione la ‘mappa’ dei centri di riferimento per la cura della patologia  e, infine, confrontarsi con esperti del settore tramite forum.
Il fine, da perseguire tramite questo strumento informatico regionale, è facilitare  l’accesso alle cure, alle certificazioni e alle esenzioni sui farmaci per bambini, adolescenti e  adulti, affetti da  patologie rare.

“L’auspicio è che medici di base, pediatri e specialisti delle varie branche”, dichiara la Gualtieri, “partecipino numerosi a questo importante appuntamento. Intendiamo sensibilizzarli  sull’importanza di questo registro on line che consente di attingere a tutte le informazioni e di conoscere anche i percorsi burocratici da seguire a beneficio del proprio paziente”.

La platea che si avvicenderà sul podio sarà molto qualificata: saranno presenti, tra gli altri, Domenica Taruscio direttore del centro nazionale malattie rare presso l’Istituto superiore della sanità di Roma,  Federica Deodato e Dionisi Vici, dell’ospedale Bambin Gesù, Giandomenico Palka, professore di genetica umana all’università D’Annunzio di Chieti.
Per la Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, tra gli altri, sarà presente Sandra Di Fabio, direttore di neonatologia e terapia intensiva neonatale dell’ospedale di L’Aquila.


Invito alla lettura

Ultim'ora

Rifiuti di bombe anche nel parco del Sirente, SOA “pulire e bonificare i vecchi poligoni nei parchi”

“Centinaia se non migliaia di pezzi di bombe sparsi in montagna su ettari e ettari del Parco regionale del Sirente-Velino in provincia di L’Aquila: è il nuovo capitolo della saga ...


La Presentosa “adorna” la Maiella

Dalla Maiella  alla Costa dei Trabocchi per valorizzare le bellezze dell’Abruzzo. Questo lo scopo per il quale una riproduzione in legno della Presentosa, capolavoro dell’arte ...

Presentata la terza edizione di “Cavalli sotto le Stelle”: la grinta dell’equitazione sotto il cielo stellato di Avezzano

Ospite d’eccellenza, in esclusiva per l’edizione 2022, la Fanfara della Polizia di Stato. Gli organizzatori: “Quest’anno ospiti di fama internazionale, provenienti da tutta Europa; attesa ...

Note di solidarietà sotto le stelle, a Sante Marie con la Croce Rossa italiana comitato di Carsoli

Sante Marie – Nuovo appuntamento in programma nell’ambito del calendario estivo del Comune di Sante Marie “Note di solidarietà sotto le stelle“. L’iniziativa, organizzata dalla ...

Rimossi 5.100 metri di filo spinato, Salviamo l’Orso: “un pericolo per animali selvatici e domestici”

Abruzzo – In un solo giorno di lavoro, i volontari di Salviamo l’Orso e di Rewilding Appennines sono riusciti a rimuovere la bellezza di 5.100 ...



Lascia un commento