L’Udc respinge le avances di De Angelis: “La sua coalizione non è di centrodestra”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – “Ci sono voluti otto mesi ma finalmente il Consiglio di Stato ha ristabilito la legalità della composizione del Consiglio Comunale dopo che con un tratto di penna Eugenio Forgillo, nella sua qualità di Presidente dell’ufficio centrale, aveva ribaltato la volontà dei cittadini avezzanesi consentendo, a sei candidati non eletti, di sedere negli scranni Consigliari”. E’ quanto afferma in una nota il Comitato Cittadino Udc.

“Occorre ricordare che la nostra compagine è stata la prima eletta dai cittadini avezzanesi con oltre 2300 voti. Solo un grossolano errore, vogliamo sperare dettato solo da tanta superficialità, non ha permesso a questi cittadini, che ci hanno dato così numeri la loro fiducia, di vedere tre loro rappresentanti sedere, sin dal suo primo insediamento, in  Consiglio Comunale”.

“Se la città allora fu vittima di tanta superficialità – chiude la nota Udc – constatiamo che oggi è vittima dello stesso Sindaco. Va ricordato infine che la coalizione del Sindaco De Angelis non certo è definibile con chiarezza di centrodestra poichè era composta da personaggi appartenenti al PD, alcuni componenti di Forza Italia che hanno presentato una lista civica senza fregiarsi del simbolo e con, altresì, l’appoggio di illustri personaggi politici Regionali come l’Assessore Gerosolimo della Giunta di sinistra D’Alfonso”.



Lascia un commento