Luco dei Marsi, parata di eventi per la chiusura in grande stile del primo G7 dell’Agricoltura



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Luco dei Marsi –  Chiude in grande stile e con un bilancio più che positivo la prima edizione del “G7 dell’Agricoltura e del Cibo –  quale agricoltura, quali tecnologie, quale cultura” a Luco dei Marsi, organizzato dall’Amministrazione comunale in sinergia con il Tavolo Verde permanente. Dal 29 novembre al 5 dicembre la cittadina fucense è stata teatro di qualificati seminari, eventi culturali a tutto campo, laboratori, visite didattiche e degustazioni dei prodotti locali a cura dello Chef Antonello Di Berardino, che ha condotto la cooking room e l’annesso ristorante “Sapori e saperi delle Terre Marse” in cooperazione con la Pro Loco.

Al centro della manifestazione, agricoltura, ambiente e alimentazione: tra i focus, i modelli di sviluppo possibili nel connubio tra l’agricoltura con il turismo e i servizi, il PSR, competitività, qualità e posizionamento sui mercati italiani ed esteri. Temi trattati in relazione al territorio, alle problematiche e alle prospettive da qualificati relatori, tra cui Andrea Cozzolino, deputato europeo Commissione REGI, Giuseppe Di Pangrazio, presidente del Consiglio regionale e coordinatore del gruppo di lavoro sui disastri naturali per la Conferenza delle Assemblee legislative regionali europee, Elvira Di Vitantonio, Responsabile Servizi Sviluppo della competitività della Regione Abruzzo, Mario Mazzocca, sottosegretario presidenza della Regione, con delega all’ambiente, Fabio Di Pietro, esperto fondi strutturali, Michele Fina, direttore “Transizione ecologica solidale”, Vincenzo De Amicis, direttore Vilmorin Italia, Giuseppe Cavaliere, responsabile Ufficio promozione filiere della Regione Abruzzo, il dottor Carmine Orlandi e la dottoressa Fabrizia Parise dell’Università Tor Vergata, Oliverio Nicodemo, Commissione Agricoltura della Camera, il dottor Stefano Maggi, vice delegato dell’Accademia Italiana della Cucina; i lavori del G7 sono stati coordinati dalla giornalista Monica Santellocco.

“Un bilancio straordinario per questa edizione sperimentale del “nostro” G7”, ha commentato soddisfatta la sindaca Marivera De Rosa, “Abbiamo inteso questa manifestazione come una vetrina per le nostre attività ma, soprattutto, come una fucina di idee e proposte, un luogo ideale d’incontro in cui far convergere competenze, istanze e aspettative: abbiamo raccolto un tesoro di spunti di riflessione e ispirazione, che saranno certamente sviluppati nel corso dei lavori del Tavolo Verde e potranno condurre a importanti iniziative per gli operatori economici e per per tutta la comunità.

É un evento che già da questa prima edizione guarda al futuro, in un’ottica di sviluppo e di crescita, perché è un tassello prezioso di un progetto più ampio mirato alla valorizzazione del nostro territorio. Un ringraziamento sentito alla Regione e al Ministero che hanno voluto patrocinare l’evento, alle aziende che hanno voluto essere protagoniste di questo G7, sostenendoci, e ai tanti che vi hanno partecipato attivamente”.

Tra gli eventi, accanto agli spazi culturali curati dall’associazione Lucus, la storica fiera di Sant’Andrea in edizione speciale, che ha richiamato centinaia di visitatori dalla Marsica e non solo, la conferenza itinerante a Lanciano, le visite guidate nelle Aziende leader del territorio fucense, alle strutture principali dell’opera ingegneristica che ha permesso alla piana del Fucino di “nascere” dov’era prima il lago, con la guida del direttore del Consorzio di Bonifica,  Mauro Contestabile, e che ha coinvolto anche gli studenti dell’I. C. “Ignazio Silone” di Luco dei Marsi, la cerimonia di conferimento di un riconoscimento alle giovani Aziende del territorio, al decano degli agricoltori luchesi, il novantaquattrenne Antonio Santellocco, alla memoria del giovane imprenditore agricolo Emilio Bisciardi, emblema di amore per la terra, perito tragicamente ad appena 22 anni.

Significativa anche la partecipazione delle scuole all’edizione: presenti, con gli studenti dell’I. C. “Silone”, e anche con un progetto di alternanza scuola-lavoro, gli studenti dell’Istituto Tecnico per il Turismo “A. Argoli” di Tagliacozzo e gli studenti e i docenti dell’Istituto Agrario “A. Serpieri” di Avezzano. Il finale del G7 abruzzese lo sigla il maestoso “Concerto Agreste”, a cura di “Lucus” in sinergia con Franco Santellocco, presidente onorario dell’associazione “Mario Lucci”, tenutosi mercoledì sera nella chiesa di San Giovanni Battista: due ore di grande lirica con il soprano Ilenia Lucci, con intermezzi a cura della voce narrante Domenica Stornelli, hanno accompagnato, tra la commozione generale, la conclusione dell’evento.




Lascia un commento