Lucio Perrotta in viaggio da Celano a Ventimiglia per portare aiuto alle famiglie terremotate



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano – Continua il viaggio della Solidarietà di Lucio Perrotta nelle zone del Centro Italia colpite dal sisma del 24 di Agosto. Un viaggio iniziato il 5 di Novembre, proprio a Ventimiglia, dove Lucio Perrotta ospite della serata di raccolta fondi per i terremotati svoltasi presso il Convento Suore dell’Orto di Ventimiglia, organizzata dall’Ass.ne locale, “ Le Ragazze di Wilma “, insieme all’Ass.ne Carristi di Ventimiglia e dalle stesse Suore, Giuseppina e Michelina, native di Celano, è stato incaricato di consegnare personalmente l’incasso ai Comuni disastrati. Lucio Perrotta racconta.

“Una serata emozionante e piacevole, dove le distanze tra i Comuni sono state colmate dalla solidarietà e dall’affetto. Durante la cena abbiamo proiettato un video realizzato lo scorso 26 ottobre ad Accumoli ed Amatrice insieme al video messaggio di saluto del sindaco di Celano Settimio Santilli e del sindaco di Accumoli Stefano Petrucci, il quale raggiunto telefonicamente dal sottoscritto, ha ringraziato in diretta i presenti. Alla serata di Beneficenza erano presenti esponenti della Società Civile e Politica, in primis lo stesso Sindaco di Ventimiglia il Dott.r Enrico Ioculano”.

Mantenendo fede all’impegno, il 2 Dicembre Lucio Perrotta si è recato nelle zone terremotate per consegnare i contributi personalmente. “Prima tappa, al COC di Accumoli dove abbiamo incontrato salutato il Sindaco Petrucci, a Grisciano, frazione che ci ha visti impegnati nell’emergenza con la Protezione Civile di Celano già dal 25 di Agosto, per poi proseguire il nostro viaggio della solidarietà ad Amatrice e frazioni. Inutile dire che tutto quel poco che era rimasto in piedi è stato raso al suolo dalla scossa del 30 di Ottobre.

Accompagnati da Rosati Massimiliano, assessore all’Agricoltura del Comune di Amatrice, siamo andati direttamente dentro gli accampamenti di fortuna degli abitanti, agricoltori ed allevatori, ancora rimasti purtroppo sul posto. Con Guido Villa, che per l’occasione ha documentato e ripreso il viaggio, ho consegnato a mano i contributi. Esperienza ripetuta anche il 4 Gennaio, appena ritornati dal nostro secondo viaggio a Ventimiglia. Questa volta, accompagnati anche da Suor Giuseppina, Superiora del Convento Suore dell’Orto, e sempre in compagnia di Massimiliano Rosati, che conosce a palmo l’intera area, ci siamo addentrati anche nelle piccole frazioni dove purtroppo resistono ancora oggi famiglie di allevatori che con enorme difficoltà e grande coraggio vivono il quotidiano.

Abbiamo bussato alle loro porte e consegnato altri contributi. Purtroppo ho constatato che, a distanza di più di 5 mesi, poco o nulla è stato fatto, con le famiglie in completo o quasi stato di abbandono, ma cosa ancor più drammatica e scioccante è stato vedere le condizioni in cui cercano di mantenere in vita i capi di bestiame. Mucche a ridosso dei guard-rail, pecore ed agnellini in mezzo le macerie e neve. Fa rabbia sentire dagli stessi che manca addirittura il fieno. Il nostro viaggio continua, torneremo nuovamente a fine mese e per questo stiamo organizzando punti di raccolta di beni di prima necessità.

Tutto ciò che verrà donato verrà consegnato personalmente e direttamente alle famiglie, senza filtri di raccolta o conti correnti. Invito con l’occasione chiunque voglia collaborare e partecipare a contattarmi al numero 327/2025854. Per chiudere un grande augurio all’ assessore Rosati per la nascita della sua primogenita Elena il 23 Gennaio”.




Lascia un commento