L’ospitalità marsicana spiazza le Zebre di Parma. Grande festa al campo da rugby di via dei Gladioli



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano “Per le Zebre, Hip Hip urrà”, con questo entusiasmante coro i numerosi bambini del Minirugby di via dei Gladioli hanno accolto i giocatori delle Zebre Rugby Club di Parma che il prossimo sabato incontreranno la squadra gallese dei Dragons presso lo stadio Fattori de L’Aquila, in occasione dell’incontro di Guinnes Pro 14.

Un momento di gioia e di divertimento quello che si è vissuto all’interno della roccaforte del rugby del capoluogo marsicano. I giocatori, tra i quali erano presenti oltre dieci elementi del circuito della nazionale italiana, tra cui il nostrano Giovanbattista Venditti, si sono intrattenuti sul campo insieme ai piccoli rugbisti, tra un passaggio della palla ovale e l’altro, tra autografi e foto, rimarcando lo spirito di rispetto e condivisione presente in uno sport quale quello del rugby.

“E’ molto importante la nostra presenza in questo campo, – commenta il capitano delle Zebre, Tommaso Castello,- “non ci aspettavamo una simile accoglienza, è quasi commuovente, non ci attendevamo tutti questi bambini venuti apposta per noi, spero di ripagare tutti sabato con una grande prestazione in quanto non siamo abituati a simili manifestazioni di affetto. È veramente un’emozione grandissima e lo sarà ancora di più vedere lo stadio pieno di piccoli appassionati di rugby in una terra di rugby”, conclude.

“Sono fiero di come la mia terra abbia accolto la mia squadra, – aggiunge Venditti – , Se avessi organizzato personalmente questo evento non lo avrei fatto così bene. La mia quadra ed io veniamo da un periodo un po’ difficile, da un punto di vista dei risultati, quindi una prima partita fuori, il fatto di farla nella mia terra e una simile accoglienza ci ha lasciato tutti senza parole. Avevo avvertito i miei colleghi del calore con cui sarebbero stati accolti, infatti, inizialmente, son rimasti in pullman con la paura di scendere perché increduli”.
Tanto l’orgoglio nei volti degli organizzatori marsicani che hanno visto ripagate le proprie fatiche dai sorrisi e dagli occhi di quei piccoli sportivi che rincorrevano la palla ovale insieme ai loro idoli. Primo fra tutti il presidente giallonero Alessandro Seritti che si è detto soddisfatto di aver regalato questi momenti di gioia ai propri piccoli sportivi. Un evento che dà lustro alla società sportiva e che speriamo porti fortuna alla squadra delle Zebre che sabato si scontrerà sul campo aquilano.




Lascia un commento