Lo sport marsicano piange la morte di Denis Lusi, il podista della corsa estrema



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. È morto dopo alcuni mesi in cui ha combattuto contro la malattia, Denis Lusi, 49enne originario di Capistrello ma da tanti anni residente ad Avezzano.

Dopo un periodo di ricovero all’ospedale San Raffaele di Milano, Lusi è morto a Martina Franca, in Puglia, città di cui è originaria la moglie, Adele Galatone.

Lusi lavorava alla LFoundry dai tempi in cui era Texas Instruments e poi Micron.

Una persona apprezzata da chiunque per i suoi valori morali.

Apprezzato sportivo ha militato nei Runners Avezzano per poi confluire nella Plus Ultra di Alvise Di Salvatore.

“Un dolore immenso”; commenta uno degli amici podisti di sempre, Danilo Buongiovanni, “viene a mancare un buon padre di famiglia, un uomo sempre con il sorriso sulle labbra. Ma anche uno sportivo con doti non comuni. Era un uomo della corsa estrema, aveva corso 210 chilometri in 24 ore. Solo qualche tempo fa aveva fatto la 9 Colli. Ci mancherà. Tutto il mondo dello sport si unisce al dolore della famiglia”:

Lusi lascia la moglie e due figli. I funerali si svolgeranno a Martina Franca, in provincia di Taranto.

Alla famiglia le condoglianze della redazione di Terremarsicane.

 




Lascia un commento