Lo arrestato per spaccio e nel magazzino trovano una bomba da fucile



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Nella giornata di ieri, nell’ambito di un piano di prevenzione e repressione dei reati predatori predisposto nel capoluogo, personale della Squadra Mobile e dell’U.P.G.S.P. ha tratto in arresto un aquilano, 52enne, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e denunciato per la ricettazione di un ciclomotore rubato.

L’uomo, sorpreso alla guida di un ciclomotore risultato rubato a Pescara, è stato trovato in possesso di circa 10 grammi di hashish, divisa in dosi nascoste all’interno di una borsa.

Lo stupefacente rinvenuto e gli specifici precedenti hanno indotto gli operatori di Polizia ad estendere il controllo presso il domicilio dell’uomo, dove è stato rinvenuto un bilancino di precisione utilizzato per la preparazione delle singole dosi.

Nella circostanza, anche attraverso la collaborazione del personale del locale Gabinetto di Polizia Scientifica, è stato inoltre rinvenuto, in un magazzino adiacente e nella disponibilità dell’arrestato, una bomba da fucile che ha reso necessario l’intervento del gruppo artificieri della Polizia di Stato, giunto da Pescara.

L’ordigno, dichiarato inerte, è stato successivamente rimosso dall’abitazione.

L’arrestato, al termine dell’udienza di convalida dell’atto, è stato sottoposto all’obbligo di firma sino alla successiva udienza direttissima fissata per il 28 novembre prossimo.



Lascia un commento