Home Attualità Lino Guanciale celebra Matteotti contro il regime fascista, “farsi promotori di una politica sana”

Lino Guanciale celebra Matteotti contro il regime fascista, “farsi promotori di una politica sana”

A+A-
Reset

Questa sera, in occasione del mese del centenario del delitto Matteotti, Ho raccontato solo i fatti  –  Matteotti in Parlamento va in scena presso il Cortile delle Armi del Castello Sforzesco lunedì 24 giugno, alle ore 21.30, all’interno della rassegna Milano è Viva – Estate al Castello 2024. Un reading di Lino Guanciale, che presta anche la voce a Giacomo Matteotti, sulla drammaturgia di Marco Balzano ed i video di Riccardo Frati, accompagnati dal violino di Renata Lacko. Una produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa.

Matteotti fa ombra a Matteotti. Mentre ricordiamo – e dovremmo ricordarlo tutte e tutti – il Matteotti strenuo oppositore di Mussolini, il “nemico numero uno” del fascismo in Parlamento, a rimanere in penombra è il politico di talento, la sua grande storia. 
Giacomo Matteotti fu un uomo capace di ascoltare il proprio territorio e di sostenerlo con abnegazione irriducibile, un riformista rivoluzionario con una visione forte della società, del futuro, del ruolo capitale che la cultura e la scuola avrebbero dovuto avere per l’avvenire produttivo del paese. 
Un uomo che, per anni, fece dell’incontrovertibile verità dei fatti lo strumento per opporsi all’ipocrisia e alla violenza che crescevano intorno a lui. 
Nel centenario della morte, Lino Guanciale presta la voce a Giacomo Matteotti, la cui figura non si può riassumere in un solo, fatale discorso, perché quello che il regime volle uccidere con lui, non fu l’individuo, ma un metodo, un approccio, la sua più grande lezione: farsi promotori di una politica sana, fatta di passione e dedizione alla “cosa pubblica”, a dispetto delle semplificazioni e di ogni propaganda mistificante.

Categorie: AttualitàUltim'ora

necrologi marsica

Giovanni Di Felice

Casa Funeraria Rossi

Casa Funeraria Rossi

Ultim'ora