Licenze Ncc nella Marsica, scattano le inchieste. Acquisizione documentale a Carsoli



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Carsoli. Nel mirino delle procure dell’Aquila e di Avezzano c’è il rilascio delle licenze Ncc (Noleggio con conducente) in numerosi Comuni della Marsica.

Sono diversi i fascicoli aperti a seguito delle segnalazioni arrivate sui tavoli dei pm non solo da parte dei cittadini ma anche di gruppi politici. A Celano, ad esempio, Calvino Cotturone, a capo della locale sezione del Pd, ha più volte sollecitato anche la stampa sull’argomento, chiedendo al sindaco Settimio Santilli e all’amministrazione comunale, se era stato vigilato sul rilascio delle licenze.

Un’inchiesta è stata aperta a Carsoli. Questa mattina gli agenti della polizia stradale si sono presentati negli uffici della polizia locale e hanno acquisito tutti i documenti relativi al rilascio delle licenze.

Non è la prima volta che nella Marsica vengono fatte verifiche sul rilascio delle licenze Ncc da parte degli uffici comunali. Nel 2014 una licenza fu revocata a seguito delle indagini della polizia locale associata di Aielli-Cerchio e Collarmele, agli ordini del comandante Giancarlo Sociali. La licenza era stata affidata a un uomo originario di Roma che aveva affittato un magazzino a Cerchio e fingeva di aver avviato un servizio di noleggio che però veniva svolto esclusivamente a Roma.

 




Lascia un commento