L’I.I.S. “E. Majorana” di Avezzano di nuovo in prima fila con il Progetto “Insieme per imparare”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano L’Istituto d’Istruzione Superiore “E.Majorana” di Avezzano è di nuovo in prima fila con una importante iniziativa su tutto il territorio marsicano: l’Istituto, diretto dalla Dirigente Scolastica professoressa Anna Amanzi, avendo partecipato ad un bando del MIUR volto a sostenere proposte progettuali per la realizzazione di interventi su scala nazionale per l’orientamento scolastico ed il contrasto alla dispersione scolastica, ha infatti ottenuto il finanziamento per la realizzazione del proprio progetto.

Tale progetto, denominato “Insieme per imparare” e coordinato dalla professoressa Alessia Galli, è stato l’unico finanziato nella Regione Abruzzo ed ha come obiettivo quello di proporre un percorso innovativo che sappia dare ai giovani studenti competenze e softskill con il coinvolgimento delle famiglie. Esso si svolgerà attraverso laboratori interattivi, coordinati dai docenti del Majorana, con il contributo dei migliori studenti dell’Istituto a cui è affidato il ruolo di tutor dei loro compagni meno esperti.

Le attività sono indirizzate sia agli alunni della fascia d’età di 10-14 anni della scuola media di I° grado, sia agli studenti della fascia di età di 14-19 anni dello stesso Istituto. Al progetto partecipano 55 alunni delle scuole medie dell’Istituto Comprensivo “G. Mazzini – E. Fermi” di Avezzano, I.C. di Trasacco, I.C. di Gioia dei Marsi, I.C. n.3 Avezzano, I.C. “Corradini – Pomilio” di Avezzano, I.C. “I. Silone” di Luco dei Marsi. Gli alunni, suddivisi in tre gruppi, affronteranno le tematiche di “Robotica e Coding”, “3D Modeling, Stampa e VR”, nonché “Web Design”.

Gli incontri si terranno a cadenza settimanale fino al mese di aprile 2018. Sono previsti, inoltre, la partecipazione alla manifestazione nazionale “Romecup 2018” dove ci sarà l’opportunità di confrontarsi con l’eccellenza della robotica e, al termine del percorso, un Hackathon, ovvero un Contest di Programmazione a squadre durante il quale i ragazzi avranno modo di mettere alla prova quanto appreso e presentare i loro lavori ai genitori, agli amici ed alla comunità cittadina.




Lascia un commento