Lettera per il Tribunale di Avezzano. Leonardo Casciere attende l’adesione di tutte le coalizioni



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Riceviamo e pubblichiamo.

Nel confronto tra i candidati alla carica di sindaco di Avezzano del 4 Giugno, Leonardo Casciere ha messo tutti a conoscenza di una sua iniziativa svolta a scongiurare la chiusura del Tribunale di Avezzano.
Casciere ha scritto una lettera, da inviare al Ministro di Grazia e Giustizia, in cui viene richiesto l’accorpamento del Tribunale di Sulmona in quello di Avezzano (con permanenza in servizio di quello di Avezzano) al fine di allargare l’utenza e garantire la sopravvivenza del Tribunale marsicano, terzo per operativita` in Abruzzo.
Casciere ha chiesto che tale missiva venga firmata da tutti i candidati alla carica di sindaco di Avezzano e da tutti i rappresentanti politici che a vario titolo supportano le coalizioni che partecipano alla tornata elettorale.
E` stata richiesta quindi la sottoscrizione di tale lettera da parte di Stefania Pezzopane, Filippo Piccone, Paola Pelino, Maurizio Di Nicola, Giuseppe Di Pangrazio, Andrea Gerosolimo, Gianluca Ranieri (tutte personalita` politiche intervenute nella campagna elettorale avezzanese a supporto di Gianni Di Pangrazio e Gabriele De Angelis).
Leonardo Casciere dichiara oggi: “Al momento hanno sottoscritto la mia lettera Francesco Eligi e Stefano D’Andrea e ho avuto rassicurazioni per la firma da parte del sindaco uscente Gianni Di Pangrazio. Mancano all’appello dei firmatari i candidati sindaco Nazzareno Di Matteo e Gabriele De Angelis e tutte le personalita` politiche di Camera, Senato e Regione che supportano le candidature di Di Pangrazio e De Angelis.
Attendo indicazioni da tutti, convinto che chi si sta impegnando nella campagna elettorale avezzanese debba dimostrare con i fatti l’interesse per la nostra citta` e la voglia di salvaguardare i beni del territorio marsicano”.




Lascia un commento