Lesioni e violenza privata nei confronti di una sedicenne, Antidormi condannato a sei mesi di reclusione



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano. È stato condannato alla pena di sei mesi di reclusione, al pagamento di tutte le spese processuali e al risarcimento dei danni nei confronti della parte civile quantificati in 2.500 euro.

Luigi Antidormi, 35enne di Celano, è stato processato dal tribunale di Avezzano per i reati di lesioni e violenza privata. Ad infliggere la pena, alla fine di un processo durato oltre sei anni, è stata il giudice Anna Carla Mastelli.

I fatti si riferiscono a maggio 2010 quando Antidormi prese a pugni, schiaffi e calci una ragazza di Celano all’epoca 16enne.

A quanto si legge negli atti processuali la lite con la giovane era scoppiata in un locale di Avezzano. Secondo quanto denunciato dalla ragazza alle forze dell’ordine Antidormi aveva poi ritrovato la ragazza a Celano, dove l’aveva afferrata per i capelli trascinandola sull’asfalto fino alla propria auto, costringendola con violenza e con minaccia. Il 35enne l’aveva anche picchiata sul volto ripetutamente tanto da procurarle delle lesioni che poi determinarano per la ragazza una malattia e una incapacità “di attendere alle ordinarie occupazioni per giorni 20”.

La giovane di Celano è stata rappresentata in giudizio dall’avvocato Mario Del Pretaro, mentre Antidormi è stato difeso dall’avvocato Luca Motta.

La condanna della Mastelli arriva al termine di un giudizio di primo grado cui presumibilmente seguirà un appello.

 

 




Lascia un commento