L’eccellenza della cucina marsicana a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Aielli – L’eccellenza della cucina marsicana a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma. Un’iniziativa che, tramite l’Accademia Italiana della Cucina, si è svolta in contemporanea in tutto il mondo: teatro dell’evento, per la Marsica, è stato il noto ristorante ‘Il Casale’ di Aielli.

Il delegato conte Franco Santellocco Gargano ha richiamato più volte il triste evento di amatrice sottolineando anche la sostituzione di un primo con gli spaghetti alla amatriciana.

Il ristorante in chiusura di serata ha ritenuto di dare il proprio sostegno devolvendo il costo della amatriciana al fondo di raccolta della scuola alberghiera che insiste nella zona colpita dal sisma. Gli interventi culturali a loro volta hanno evocato questa triste circostanza. Una serata particolarmente sentita durante la quale i singoli accademici hanno potuto apprezzare e degustare sapori antichi frutto di reinterpretazione da parte della cucina del ristorante il casale.

Ilenia lucci, Daniel Savina hanno dato ampia prova delle rispettiva capacita’. Ilenia lucci commuovendosi ha saputo commuovere.

Il Casale rappresenta una eccezione nella tradizione accademica giacche’ sono stati celebrati due eventi nel corso dello stesso anno: evidentemente simpatia, qualit, e culto della cucina hanno saputo imporsi.

Cena ecumenica giovedi 20 ottobre 2016

Tema della serata ‘la cucina del riuso. Contro lo spreco, la tradizione familiare propone gli avanzi con gusto e fantasia’

Menu’ aperitivo di benvenuto: varietà dei tempi, panonta, pizza rossa, patate al coppo, fantasie dello chef, prosecco e analcolici.

Primi piatti: brodo con pasta frolla, spaghetti alla amatriciana

Secondi piatti: galletto alla diavola, speziato e variato, cicoria di campagna patate della nonna

Dolce. Pan di spagna, sogno di una epoca

Delizia di frutta: uva bianca e rossa locale, mela renetta.

Caffe

Vini: cantina del fucino pecorino e noemo

Spumante: casanova




Lascia un commento