mercoledì, 3 , Marzo

Emergenza sanitaria, Di Natale: “Le misure adottate non sono servite a molto. Soprattutto se nel frattempo è stato concesso di frequentarsi nelle proprie abitazioni...

Aielli – Una riflessione del Sindaco di Aielli Enzo Di Natale sull’attuale situazione dell’emergenza sanitaria ed in particolare sulla chiusura delle scuole, dei luoghi...

Prima pagina

L’Avezzano Calcio torna a sorridere. Tre punti importanti contro il Forlì

Avezzano – Di scena, allo Stadio dei Marsi, la 12° giornata del campionato di Serie D. Ospite dell’Avezzano Calcio il Forlì guidato, per la prima volta, dal neo allenatore Stefano Protti

Sono serviti quarantanove giorni per ritrovare la vittoria, ma finalmente la società di via Ferrara torna a sorridere.
Dopo quattro prestazioni convincenti, nelle quali Giampaolo e ragazzi hanno raccolto quattro punti in altrettanti pareggi, il 2 a 0 sul Forlì fa respirare in chiave classifica e sembra gettare le basi per una svolta nella stagione, finora deludente.

A trascinare la squadra verso la via dei tre punti, due giocatori fondamentali quali Cerone e Dos Santos, che sembrano tornati quelli dell’anno passato.

LA PARTITA

Al 4-2-3-1 dell’Avezzano, il Forlì risponde con un 4-3-3.

Primo tempo giocato su ritmi blandi e davvero noioso.
La formazione ospite, in maglia nera, si vede solo nei primi quindici minuti prima con un tiro di Castellani, che termina largo, e poi con un colpo di testa, ancora del numero 16, diretto fuori sopra la traversa.
Dopo un inizio convincente dei romagnoli sono i padroni di casa a condurre il gioco.
Quando il cronometro segna la mezz’ora , Cerone si vede respingere egregiamente, da Semprini, un colpo di testa ravvicinato innescato da un cross di D’Eramo.
Al 36′ ancora il numero 10 biancoverde, non sfrutta un’apertura bellissima di Dos Santos e tira male dopo un bel controllo di palla.

La partita si accende nella ripresa. 
Al 50′ i lupi marsicani trovano il vantaggio grazie al sesto gol stagionale di Cerone; l’azione del gol parte da Kras che serve al centro Dos Santos, il brasiliano gioca all’indietro il pallone che arriva, all’altezza della lunetta, sul destro del fantasista dell’Avezzano che insacca alle spalle del portiere. 1 a 0.
Dopo dieci minuti episodio dubbio, Di Paolo crossa al centro dell’area ospite, stacca più in alto di tutti Sbardella che viene colpito da Semprini in uscita. Per il sig. Monaco non c’è nulla e la partita prosegue.
Le occasioni sono tutte biancoverdi e, all’80’, gli abruzzesi trovano il tanto desiderato raddoppio. Grande azione di Besana, appena entrato, che recupera palla a centrocampo e arriva sul fondo guadagnando un corner. Proprio dal calcio d’angolo arriva il cross di Cerone che ricambia il favore a Dos Santos, l’attaccante infatti arriva prima degli altri sulla sfera e di testa supera Semprini. 2 a 0.
Nonostante i due gol di scarto l’Avezzano non si ferma e, in un minuto, Pellecchia si trova sul sinistro due occasioni per triplicare, è bravo l’estremo difensore ospite a respingere in ambo le occasioni.
Nei sei minuti di recupero prova a venire fuori il Forlì che prima si vede annullare un gol per fuorigioco e poi si trova davanti uno splendido Sinato. Il giovane portiere dei marsicani, infatti, nega il gol a Baldinini con una prodezza e mantiene, per la prima volta in stagione, la porta inviolata.

IL POST PARTITA

Gianni Paris sottolinea, in sala stampa, che per la prima volta il suo Avezzano non ha subito gol e aggiunge: “È il nostro quinto risultato utile consecutivo, questi sono tre punti che ci fanno respirare. Possiamo giocare alla pari con tutte le squadre del nostro girone.” 

Anche l’allenatore biancoverde, Federico Giampaolo, sembra più sereno dopo la bella prestazione: “Sono punti importanti per il morale, ma non abbiamo fatto ancora nulla. Sicuramente meritavamo di più nelle ultime uscite e oggi finalmente abbiamo vinto. Siamo stati bravi ad adattarci a un terreno rovinato, nonostante noi prediligiamo il palleggio. Nel secondo tempo siamo usciti alla grande, prova del fatto che siamo in ottima condizione fisica e che non abbiamo perso quell’identità di gioco che manteniamo nonostante la posizione in classifica.” 
Su Sinato e sul gruppo portieri: “È un portiere giovane e di grande prospettiva, sono fortunato ad avere tre portieri forti e professionali.”

Ultim'ora