L’atleta abruzzese Gaia Sabbatini convocata alle Olimpiadi di Tokyo



Abruzzo – L’atleta abruzzese Gaia Sabbatini partirà per Tokyo, a lei il compito di rappresentare l’Italia (ma anche l’Abruzzo) nel corso dei Giochi della XXXII Olimpiade, importantissima manifestazione sportiva che prenderà il via il prossimo 23 luglio.

Gaia Sabbatini è una ragazza bellissima, determinata, talentuosa, caparbia e tenace. Lo ha dimostrato spesso nel corso delle svariate competizioni nazionali e internazionali a cui ha preso parte negli ultimi anni.

Gaia ha solo 22 anni ed è tesserata con le Fiamme Azzurre. Sarà in pista per correre i 1.500 metri accanto ad alcune delle campionesse più forti del mondo. Anche la FIDAL Abruzzo ha celebrato l’importante convocazione con un entusiasmante post su FB: “La porta del paradiso di ogni atleta, il sogno nascosto di ogni essere animato, la più grande vetrina mondiale dell’élite umana si è aperta per la nostra Gaietta!

E a seguire: “Che dire… siamo orgogliosi e fieri, anche un po’ commossi, di questo storico e incredibile momento. L’abbiamo vista piccolissima muovere i primi passi sui nostri campi, poi crescere e diventare stella, ora la ammireremo diventare storia!!!“.

La stessa Gaia, sul suo profilo Instagram commenta la sua preziosa e storica convocazione alle Olimpiadi: “Scrivo questo post con gli occhi lucidi.. era il 2012 ed una bimba dai capelli biondi scriveva nel suo diario segreto del Nintendo Ds che il suo più grande desiderio era di partecipare alle Olimpiadi del 2020. A 12 anni avevo già le idee molto chiare e ad oggi nulla è cambiato.. il video che vedete è del mio compleanno e soffiando le candeline ho desiderato la stessa cosa. Oggi questo sogno è diventato realtà e sono così emozionata, così felice che mi scoppia il cuore! Questo è solo l’inizio di un lungo viaggio e sono carica e concentrata per dare il meglio di me!“.

Oltre a Gaia, la convocazione è arrivata anche per altri due giovani atleti abruzzesi: Manuel Di Primio (Gran Sasso Teramo) negli 800 e Leonardo Puca (Cus Milano) sui 400 hs e 4×400. A tutti un immenso “in bocca al lupo“.