L’amministrazione comunale di Canistro vuole intitolare a Piersanti Mattarella l’edificio della sede comunale



Canistro – L’amministrazione comunale di Canistro ha intenzione di intitolare a Piersanti Mattarella, vittima di un attentato mafioso e fratello del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, l’edificio della sede comunale di Canistro, sito in Piazza Municipio n. 1. Nella sua relazione, il Sindaco di Canistro, Gianmaria Vitale, spiega: “Intitolare la sede comunale a una vittima della mafia significa dare vita a un “luogo della memoria” che eleva la vittima a modello per la società, in grado di offrire riferimenti etici e traguardi concreti: la commemorazione del sacrificio palesa la violenza mafiosa e si contrappone alla sua rimozione (culturale e politica) e alla sua mitizzazione (mediatica)“.

Continua poi: “con orgoglio, questa Amministrazione vuole dedicare l’intitolazione della sede comunale di Canistro all’on. Piersanti Mattarella, guida esemplare delle istituzioni, ucciso nel lontano gennaio del 1980, a soli 45 anni, per avere intrapreso un’azione riformatrice e moralizzatrice della massima istituzione regionale siciliana di cui era presidente“. Va però ricordato che per procedere con l’intitolazione occorre l‘approvazione della delibera da parte dalla struttura provinciale competente in materia di toponomastica.



Leggi anche