L’addio al piccolo Tommaso nella Basilica di Collemaggio, il Cardinale Petrocchi: “fieri di presentarti al trono dell’Altissimo”



L’Aquila – É il giorno del dolore a L’Aquila. Nella Basilica di Collemaggio si sono svolti, questo pomeriggio, i funerali del piccolo Tommaso, il bimbo di 4 anni rimasto ucciso, lo scorso mercoledì, nel tragico incidente verificatosi nella scuola dell’infanzia Primo Maggio. La città, ma non solo, si è stretta attorno ai familiari del piccolo, a mamma Alessia e papà Patrizio, colpiti da questa immane tragedia. Tanti palloncini bianchi con i nomi dei compagni e un grande cuore con su scritto Tommaso. La funzione funebre è stata celebrata dal cardinale Giuseppe Petrocchi, arcivescovo metropolita dell’Aquila, e dal rettore della basilica di Collemaggio Don Nunzio Spinelli.

“Tommaso è bello – ha detto il cardinale Giuseppe Petrocchi nell’omelia – come tutti i bambini. Per il candore della sua fisionomia e per la limpidezza semplice dei tratti, che incantano. Sei tu, piccolo Tommaso, il nostro campione e noi siamo fieri di presentarti al trono dell’Altissimo: sicuri di fare una splendida figura. Prenditi cura delle tue amichette e dei tuoi compagnetti che hanno riportato ferite: chiedi la grazia che superino il trauma psicologico che hanno subìto.

Ti raccomando anche di fare una invocazione speciale per le loro famiglie, perché superino questo passaggio sconvolgente della loro esistenza. Ti assegniamo il compito di prodigarti perché cessino le guerre che insanguinano tante parti del mondo. In particolare ti chiediamo di vigilare sui piccoli che soffrono in qualunque angolo della terra: in particolare, sui bimbi ucraini. Non c’è bisogno che ti raccomandi mamma Alessia e papà Patrizio: sono certo che appena arrivato in Paradiso avrai preso Dio per mano e gli hai chiesto di consolare i tuoi genitori: proprio loro, che ti hanno generato e si sono spesi fino in fondo per il tuo bene, oggi hanno bisogno di te”.




Leggi anche