“L’Abruzzo non si compra”, parte dalla Marsica la raccolta fondi per “risarcire” il Movimento 5 Stelle



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Dopo la debacle incassata dal Movimento 5 Stelle alle elezioni regionali d’Abruzzo dello scorso 10 febbraio, che ha visto i grillini arrivare solo terzi con il 21,2% dei consensi, Beppe Grillo ha lanciato agli abruzzesi un messaggio forte e chiaro.

Io accetto tutto, che il popolo abruzzese abbia deciso e ha fatto benissimo. Chiedo solo una cosa, ufficialmente: che ci diano indietro i 700mila di euro che gli abbiamo dato l’anno scorso, le 4 ambulanze e gli spazzaneve a turbina…”. 

Lo ha detto il comico genovese ed ideatore del Movimento 5 Stelle nel corso di uno spettacolo a Bologna. La risposta degli abruzzesi, popolo forte e gentile, non si è fatta però attendere e c’è anche chi dalla parole è passato ai fatti. E’ il caso dell’avezzanese Giovanni Di Bastiano che, proprio oggi, ha lanciato una raccolta fondi dal web “Abruzzesi restituiamo i fondi al movimento 5 stelle”.

L’Abruzzo non si compra” ha scritto Di Bastiano che, oltre ai 700 mila euro, propone anche la restituzione di “ambulanza e spala neve“.