mammut
Ritorna "domenicalmuseo" ingresso gratuito al MuNDA
IMG-20240229-WA0028
Fuori programma per l'ex presidente del consiglio Giuseppe Conte: passeggiata con i cittadini a Tagliacozzo
WhatsApp Image 2024-03-01 at 09.11
La volata finale di Mario Quaglieri parte da Avezzano
area mercatale capistrello
Nuovi progetti di riqualificazione urbana in via Cesare Battisti a Capistrello: l’area mercatale si rifà il look
Rewilding Appennines ha appena aperto una stazione di alimentazione supplementare per grifoni a Massa d'Albe
Rewilding Appennines ha appena aperto una stazione di alimentazione supplementare per grifoni a Massa d'Albe
Cerca
Close this search box.

La Regione, anziché applicarla, vuole già cambiare la recente legge che tutela gli ecosistemi forestali e i pascoli

Le Associazioni ecologiste denunciano il tentativo della Regione di varare una controriforma della Legge Regionale quadro per la tutela delle foreste e dei pascoli
Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Ferdinando Pecce
Ferdinando Pecce
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Prof
Necrologi Marsica Angela Vicaretti
Angela Vicaretti
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Iva Basile
Iva Basile
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Cesare Macera
Cesare Macera
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elisa Verdecchia
Elisa Verdecchia
Vedi necrologio

Regione. L’Assessore all’Agricoltura Dino Pepe e il Presidente della Commissione Agricoltura del Consiglio Regionale Abruzzese, Lorenzo Berardinetti, hanno appena depositato una proposta di legge regionale che, se andasse in porto, vanificherebbe una parte importante delle norme contenute nella Legge Regionale n. 3/2014 che tutela le foreste e i pascoli abruzzesi. Secondo le Associazioni ecologiste Appennino Ecosistema, LIPU Abruzzo, ALTURA Abruzzo, Salviamo l’Orso, Pro Natura Abruzzo e WWF Abruzzo Montano, le modifiche e le integrazioni che vi sarebbero apportate consentirebbero alla Giunta Regionale di adottare provvedimenti “temporanei” di autorizzazione allo sfruttamento di boschi e pascoli, anche senza i necessari ed obbligatori Piani di gestione, come invece prevede la legge vigente. Persino tutto il patrimonio destinato agli usi civici potrebbe essere affidato velocemente a privati senza scrupoli, che lo sottrarrebbero alla sua destinazione per definizione di pubblica utilità. Le nuove norme proposte consentirebbero anche l’iscrizione all’Albo regionale delle imprese forestali di privati e Consorzi protagonisti di decine e decine di illeciti amministrativi, legati ad uno sfruttamento eccessivo e di rapina del patrimonio forestale regionale, purché questi non abbiano comportato condanne penali. Sembrava sventato il tentativo della Regione di varare una controriforma della Legge quadro per la tutela delle foreste e dei pascoli (L.R. n. 3/2014), snaturandola e riaprendo la possibilità di uno sfruttamento selvaggio degli ecosistemi forestali e dei pascoli, come avevano denunciato lo scorso luglio le Associazioni ecologiste. E invece la Giunta Regionale continua a percorrere una strada tracciata da gruppi di pressione che non tollerano una gestione del patrimonio naturale regionale nell’interesse pubblico e non di pochi gruppi di potere ben organizzati. La Legge che già si vorrebbe cambiare non è stata mai compiutamente applicata, mancandone ancora il Regolamento di attuazione, a due anni dalla scadenza del termine previsto per la sua presentazione al Consiglio da parte della Giunta Regionale. Senza il vigore del Regolamento, che secondo la legge avrebbe dovuto definire prescrizioni e limiti d’uso di tutti i boschi e i pascoli della regione, nonché le relative procedure autorizzative, non è ovviamente possibile verificare se la modernissima legge finalmente varata all’inizio del 2014, dopo anni di attesa, sia in grado di regolamentare in modo efficace la tutela e l’utilizzazione degli ecosistemi forestali e di prateria della regione.
Occorrerebbe invece giungere ad una rapida approvazione del Regolamento di attuazione della L.R. n. 3/2014, in modo da disciplinare in modo certo ed univoco tutte le attività di pastorizia e sfruttamento dei boschi, oggi senza regole certe e quindi foriere di provocare gravi danni agli ecosistemi, anche senza che gli operatori ne abbiano consapevolezza. Occorre poi sicuramente il coinvolgimento anche della Commissione Ambiente della Regione, in quanto foreste e praterie pascolate sono ecosistemi di enorme importanza ecologica, cioè beni comuni che producono servizi di fondamentale utilità per tutti, e non solo beni da sfruttare. Per rappresentare queste preoccupazioni, le Associazioni ecologiste hanno chiesto di essere formalmente audite dalle Commissioni Agricoltura e Ambiente della Regione, dopo che ciò è già avvenuto per altri portatori di interesse come le associazioni degli agricoltori e degli allevatori e per i Consorzi di gestione forestale. Anche i Direttori dei tre Parchi Nazionali abruzzesi dovrebbero essere auditi, in quanto titolari di importanti progetti LIFE co-finanziati dall’Unione Europea volti proprio a cercare di conciliare la tutela di ecosistemi e specie montani con le attività umane di allevamento e taglio boschivo (es.: progetto PRATERIE del Parco Nazionale del Gran Sasso).

PROMO BOX

mammut
IMG-20240229-WA0028
WhatsApp Image 2024-03-01 at 09.11
area mercatale capistrello
Rewilding Appennines ha appena aperto una stazione di alimentazione supplementare per grifoni a Massa d'Albe
“Donne in prima fila”, l'8 Marzo a Luco dei Marsi presentazione della Consulta delle Donne seguita da una conviviale
A Teatro con Gusto - Avezzano 2
CARMINE SILVAGNI PRESIDENTE LEONESSA VOLLEY (1)
tavoli professioni
Ada Gentile al pf
chiesa spirito santo
merlino2_cane_feb2024
Scomparsa di Cesare Macera: il Comune di Lecce nei Marsi dichiara il lutto cittadino
Corso di alfabetizzazione rivolto alle donne straniere a Trasacco, le iscrizioni sono aperte
Gli Alpini al Santuario di San Gabriele ricordano i caduti della battaglia russa di Selenyj Jar, dove caddero tanti abruzzesi
Villavallelonga in lutto per la scomparsa improvvisa del 52enne Giovanni Coccia, domani pomeriggio i funerali
Presentazione del nuovo autobus bipiano da 85 posti della TUA
Tua - Santangelo 3
Cipess, sottosegretario Morelli: "146,5 milioni di euro per investimenti in Abruzzo. Adottato il POC 2014-2020 della Regione"
Sabato sarà inaugurato ad Aielli il nuovo impianto di depurazione acque, sindaco Di Natale: "Nel ricordo di Leo Corsini, scomparso troppo presto"
Foto Carlo~2
Quasi ultimati i lavori su Via Roma ad Avezzano con percorso ciclopedonale, nuova alberatura e potenziamento della pubblica illuminazione
dott.Mario Quaglieri
1000024871

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Ferdinando Pecce
Ferdinando Pecce
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Prof
Necrologi Marsica Angela Vicaretti
Angela Vicaretti
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Iva Basile
Iva Basile
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Cesare Macera
Cesare Macera
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Elisa Verdecchia
Elisa Verdecchia
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina