La Nazionale Italiana Under 19 Femminile di Floorball canta l’Inno nazionale a cappella in Estonia, apprezzamenti del Presidente Mattarella



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Dopo l’ottima prestazione alle Qualifiche ai Campionati Mondiali, tenutosi a Settembre a Saku in Estonia, ancora una grande soddisfazione per le ragazze della Nazionale Italiana Under 19 di Floorball che hanno ricevuto il meritato apprezzamento e i saluti da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

L’allenatore dei portieri della Nazionale Under 19 maschile Stefano Crotti ha ben pensato di scrivere una lettera al Presidente Mattarella per segnalare il forte attaccamento alla maglia italiana delle giovani atlete e la fierezza con cui hanno intonato a cappella l’inno d’Italia dopo che un inconveniente tecnico ha impedito alla base musicale di partire.

Per noi cantarlo così è stato monito d’orgoglio, è stato uno di quei momenti da vero Italiano e per qualcuno è stato un gesto encomiabile” scrive Crotti su Floorballmania, il sito dedicato alla disciplina sportiva del Floorball, “Sono orgoglioso di voi ragazze, a Saku vi avevo promesso che avreste scritto la storia e l’avete fatto, che sareste state ricordate e così è stato, la lettera del Presidente è la ciliegina sulla torta ve la siete meritata, stampatela e con orgoglio custoditela. Siate orgogliose di ciò che avete fatto”.

Si ricorda che ad agosto scorso la Nazionale Under 19 femminile, insieme alla Nazionale Senior femminile, è stata ospitata, presso il palazzetto di Via Bolzano, dal Comune di Avezzano, in collaborazione con il Floorball Marsica Team e Allianz, per alcuni giorni di lavoro per la preparazione al Campionato e con l’obiettivo dell’inserimento nelle squadre di giocatrici del territorio.

In quell’occasione era stata notata l’atleta avezzanese Giulia Simone, atleta della squadra del Floorball Marsica Team guidata da Antonio Lorusso, che a Saku, insieme alle sue compagne di squadra, ha dimostrato grinta e forte senso di appartenenza all’Italia.