La Fisar delegazione marsicana protagonista al 51° Vinitaly



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. I locali sommelier sono stati presenti alla quattro giorni di business e promozione del mondo vitivinicolo e hanno atteso con successo visitatori e appassionati nella sala tasting della Regione Abruzzo.

Grande successo per la manifestazione nazionale più importante del settore: il 51° Vinitaly ha registrato quest’anno 128 mila visitatori provenienti da 142 nazioni. Tante le degustazioni che si sono susseguite durante l’evento: dal fresco Trebbiano d’Abruzzo al profumato Cerasuolo, passando per il forte Montepulciano.Molti anche i personaggi del mondo enogastronomico (basi citare Joe Bastianich), che si sono avvicinati per scoprire ed assaggiare i prodotti della terra d’Abruzzo.

“E’ stata un’esperienza davvero molto interessante – dichiara entusiasta Germano Febo, consigliere Fisar – ora ci concentreremo sugli eventi estivi, ma presto saremo a lavoro per il Vinitaly 2018″. Grande interesse inoltre, durante l’ultima edizione della kermesse vitivinicola italiana, per i cosiddetti ‘vini eroici’ (iniziativa promossa sempre dalla Fisar), come ad esempio il Montepulciano e il Pecorino, coltivati e prodotti in montagna ad altezze comprese tra i 500 e gli 800 metri sul livello del mare. Spesso gli ‘eroici’ sono coltivati su terreni in forte pendenza e richiedono ai produttori un duro lavoro e tanti sacrifici.

“Questi vini – ha dichiarato Dino Pepe Assessore regionale alle politiche agricole – hanno delle peculiarità che li rendono unici e naturalmente biologici. Godendo delle forti escursioni termiche, tipiche di questi ambienti, arrivano ad avere delle proprie caratteristiche di finezza aromatica e di qualita’. Con questi vini – ha concluso l’assessore Pepe – puntiamo a promuovere l’entroterra abruzzese”.

Il presidente nazionale della Fisar Graziella Cescon inoltre, in occasione dell’evento veronese, ha attribuito all’assessore Dino Pepe un riconoscimento per l’attività di promozione del vino abruzzese, conferendogli anche il titolo di ‘sommelier onorario’. Ha suscitato infine molto interesse la degustazione organizzata dalla Fisar nello stand del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, dal titolo “4 territori per un vino: il Montepulciano d’Abruzzo”, guidata da Lorena Lancia già ‘miglior sommelier d’Italia’.




Lascia un commento