La “Corsa contro la fame” dei ragazzi delle scuole Corradini-Pomilio di Avezzano per salvare i bambini dalla denutrizione



Avezzano – Si è concluso l’evento “Corsa contro la fame” per i ragazzi delle classi 5A e 5B della scuola primaria  “Pomilio” e tutte le classi della scuola secondaria di primo grado “Camillo Corradini” di Avezzano.

L’iniziativa, promossa dall’Associazione “Azione contro la fame”, è finalizzata alla raccolta fondi per i bambini dei Paesi poveri.

I giovani studenti di Avezzano hanno corso contro la fame indossando una pettorina con il numero 28, cifra in euro che occorre per salvare un bambino dalla denutrizione. La somma raccolta dai partecipanti permetterà la cura e l’assistenza di  ben 129 bambini, un gesto concreto di grande valore etico.

È un’iniziativa formativa di alto valore educativo per gli alunni, ma anche culturale, grazie al percorso di conoscenza che l’associazione Azione contro la fame traccia per i ragazzi delle scuole, mostrando loro le condizioni di vita di bambini e intere popolazioni che vivono nel “sud” del mondo. È l’occasione in cui lo sport incontra la solidarietà, che si concretizza in aiuti reali e tangibili di cui ogni alunno può sentirsi partecipe” ha dichiarato la Dirigente Scolastica la Prof.ssa Marianna Lostagnaro che ha voluto fortemente la partecipazione della scuola a questo importante evento.

Hanno contribuito alla realizzazione del progetto anche la Prof.ssa Elisabetta Romano, che ha coordinato tutte le fasi del progetto, e le docenti Franca Lucci e Laura Cervelli che hanno coadiuvato tutte le attività nei singoli plessi. 

È stata una chiara manifestazione di cittadinanza attiva da parte degli alunni e delle loro famiglie e di tutti coloro che questi nostri ragazzi sono riusciti a coinvolgere, grazie di cuore per l’entusiasmo dimostrato”, ha concluso la Dirigente Scolastica.