La Casa Museo Ignazio Silone al Tourisma di Firenze, ieri l’intervento del sindaco Zauri e della presidente Cucolo



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

PescinaIl sindaco di Pescina, Mirko Zauri, e la presidente del Centro Studi Ignazio Silone, Tiziana Cucolo, hanno partecipato ieri a “TourismA-Salone dell’Archeologia e del Turismo Culturale”, la manifestazione di tre giorni, 17-18 e 19 dicembre, negli spazi prestigiosi del centralissimo Palazzo dei Congressi di Firenze.

Organizzato da Archeologia Viva (Giunti Editore) in collaborazione con Firenze Fiera, Tourisma è un momento di esposizione, divulgazione e confronto di tutte le iniziative legate alla comunicazione del mondo antico e alla valorizzazione delle sue testimonianze. Sono 250 i relatori in programma per questa settima edizione. Il sindaco di Pescina e la presidente del Centro Studi Ignazio Silone sono intervenuti al workshop Archeologia ed Arte-Uno sguardo sulla Valorizzazione a cura di Agostino De Angelis attore e regista.

Il loro intervento è stato improntato sulla promozione e valorizzazione della Casa Museo Ignazio Silone, nell’ottica di una rinnovata immagine che si allontana dalla tradizionale funzione di contenitore di pezzi d’arte per divenire luogo attivo, vivo, propositivo, di attrazione e di cultura esperenziale fatta di odori, colori, suoni, animazioni ed interazioni.

“É stato un evento davvero interessante – ha affermato il sindaco Zauri – a cui hanno partecipato, con le loro iniziative culturali, molti altri Comuni. Pescina è stata protagonista con Ignazio Silone. Si è trattato di un’ottima vetrina non solo per Pescina, ma anche per la Marsica e, più in generale, per tutto l’Abruzzo. Siamo riusciti a prendere dei contatti per poter portare la mostra itinerante dedicata ad Ignazio Silone ed esporla in questo congresso negli anni a venire. Speriamo di farcela già l’anno prossimo”.




Leggi anche