La Casa di Cura l’Immacolata di Magliano de’ Marsi compie 40 anni, il Sindaco Di Cristofano: Un orgoglio per tutta la comunità”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Magliano de’ Marsi – Un compleanno da ricordare quello della Casa di Cura l’Immacolata delle Suore dell’Ordine di Santa Filippa Mareri a Magliano de’ Marsi.

Da ben 40 anni, e precisamente dal settembre 1981, le Sorelle si prendono cura delle persone anzianein modo semplice e amorevole, favorendo per loro un clima di preghiera e letizia francescana”, così come viene riportato sul sito ufficiale della Casa.

Per l’occasione l’Amministrazione Comunale di Magliano de’ Marsi, capeggiata dal Primo Cittadino Pasqualino Di Cristofano, ha voluto festeggiare le Suore alla presenza degli anziani ospiti della struttura, di don Emidio e don Antonio che hanno officiato una sentita celebrazione eucaristica.

Un bellissimo pomeriggio trascorso immerso nell’affetto delle Sorelle dell’Ordine di Santa Filippa Mareri” ha dichiarato il Sindaco Di CristofanoPartecipata la celebrazione officiata da don Emidio e don Antonio. Emozioni che ci hanno accompagnato nel percorso dei 40 anni di fondazione della Casa di Magliano. Un GRAZIE alla Madre Generale Suor Anatolia, alla Superiora della casa Suor Gabriella, che sapientemente gestiscono, con la collaborazione di Suor Grazia, Suor Mirella e tutto il personale laico, una struttura che ogni giorno  amorevolmente accoglie 40 “nonni”. Siete un orgoglio per tutta la comunità di Magliano, rappresentate una delle migliori eccellenze nel panorama delle “Case di riposo”. 40 anni di discreta presenza nel nostro comune, una presenza che ha saputo dare accoglienza non solo ai numerosi anziani che negli anni hanno soggiornato nella casa ma anche ai molti Cristiani che a vario titolo hanno cercato in questo lungo periodo un luogo dove poter trovare parole di conforto. GRAZIE per come siete agli occhi di Dio e degli uomini!”.