La bandiera della Croce Rossa sventola a Tagliacozzo per la giornata mondiale dell’Associazione Internazionale



Tagliacozzo – Anche sulla facciata del Palazzo municipale della Città di Tagliacozzo sventola la Bandiera della Croce Rossa Italiana, accanto agli stendardi istituzionali, da sabato 30 aprile sino a domenica 9 maggio. Il drappo bianco con la croce rossa al centro, simbolo dell’Associazione internazionale, sarà esposto sulle facciate dei Comuni d’Italia in occasione della “Giornata Mondiale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa”.

Il sindaco di Tagliacozzo Vincenzo Giovagnorio, ha quindi ricevuto insieme alla Presidente del Consiglio Alessia Rubeo e alla Vice Sindaco Anna Mastroddi, la Delegazione delle Volontarie dell’Unità territoriale locale, guidata dalla responsabile Assuntina Trinchini. Nell’occasione il Sindaco ha porto il ringraziamento della Città e dell’Amministrazione ai Volontari e alle “Crocerossine” che operano a diverso titolo nel comprensorio.

«Nel ricevere la bandiera della CRI – ha detto il sindaco Vincenzo Giovagnorio, alla Responsabile – desidero ringraziare tutte voi, per il contributo offerto con spirito di dedizione in questi due anni di emergenza sanitaria pandemica, per l’operatività del nostro centro vaccinale e in definitiva per tutte le quotidiane emergenze, non ultima quella dell’accoglienza dei profughi ucraini».

«Ringrazio il Sindaco e la Presidente del Consiglio con delegata alle Politiche sociali Alessia Rubeo – ha aggiunto Assuntina Trinchini – per averci accolte nella Sala consiliare per la consegna rituale della nostra bandiera in occasione della Giornata Mondiale della Croce Rossa, celebrata non solo in Italia, ma in tutto il mondo l’8 maggio, per ricordare la nascita del fondatore, Henry Dunant. Lo scorso sabato, per la Festa del Volto santo e della Municipalità abbiamo ricevuto degli speciali attestati di pubblica riconoscenza, per l’attività svolta in questi ultimi due anni, che ci gratificano molto. Per la Croce Rossa è fondamentale il rapporto con le istituzioni del territorio ed in particolare con il Comune con cui si è stabilito un ottimo rapporto e la massima disponibilità»



Leggi anche