Job Shadowing per docenti lituani presso il Liceo “Benedetto Croce” di Avezzano



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – La AMFI International, in collaborazione con la VILNIUS SCHOOL OF PUBLIC UTILITIES, ha promosso il progetto Erasmus+A Motivating Teacher” N° 2020-1-LT01-KA101-077506 dal 3 al 9 ottobre 2021. L’obiettivo principale del progetto è incrementare le competenze professionali dei docenti partecipanti, al fine di utilizzare modalità moderne e creative per risolvere i problemi di motivazione e attenzione degli studenti.

In questo ambito, i docenti hanno voluto svolgere una giornata di job shadowing, cioè di osservazione pratica, al fine di conoscere come è organizzata e gestita una scuola italiana. Per raggiungere questo scopo, la AMFI International ha scelto di coinvolgere il Liceo Croce di Avezzano che, con le sue molteplici e innovative attività, può insegnare tanto in termini di offerta formativa e motivazione allo studio.

Il Dirigente scolastico Prof. Attilio D’Onofrio ha accolto i 10 docenti lituani che sono stati accompagnati dai prof. Gigli, Turcossi, Cerasoli e Maddalena nell’esplorazione del liceo: hanno assistito alla lezione di scienze umane del prof. Pericoli, a quella di diritto della prof.ssa Ciccarelli e alla lezione di francese della prof.ssa Castellani, osservando l’utilizzo di diverse metodologie didattiche.

I docenti in visita hanno inoltre approfittato del concomitante svolgimento del progetto Erasmus plus della prof.ssa Cicconi per osservare le attività di apprendimento veicolate in lingua inglese, italiana e tedesca con i docenti e gli studenti della scuola superiore Stadtische Gesamtschule di Delbrück.

Tre alunne delle classi 5 G e 4 E, che partecipano al programma del doppio diploma inglese, hanno spiegato la loro esperienza a riguardo. Per concludere la mattinata i docenti hanno visitato il laboratorio 3.0, illustrato dalla prof.ssa Salucci, e hanno visionato il blog della scuola commentato dalla prof.ssa Cipolla.

Comunicato stampa