Io non rischio 2019, ecco le piazze marsicane interessate dall’evento



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

 La campagna aprirà la Settimana nazionale di Protezione Civile che proseguirà fino al 19 ottobre 

Terremoto, maremoto e alluvione le tre tematiche affrontate dalla campagna per un grande obiettivo: diffondere buone pratiche di protezione civile e sensibilizzare i cittadini sul tema della prevenzione. Un’idea concepita e proposta da Anpas e subito sposata dal Dipartimento della Protezione Civile, dall’Ingv e da ReLuis, e poi progressivamente allargata ad altre associazioni di protezione civile. Come nella precedente edizione, la campagna si è arricchita di eventi legati alla conoscenza dei luoghi e dei rischi realmente presenti sul territori 

La campagna “Io non rischio” torna nelle piazze di tutta Italia per promuovere le buone pratiche di protezione civile e sensibilizzare in maniera capillare i cittadini sui rischi del territorio e i comportamenti da mantenere in caso di eventi calamitosi. 

Quest’anno la campagna promossa e realizzata dal Dipartimento della Protezione Civile, Anpas, Ingv, ReLuis e Fondazione Cima si terrà il 12 e 13 ottobre in occasione dell’apertura della Settimana della Protezione civile: 7 giorni di eventi ed iniziative a livello nazionale e locale in cui i cittadini italiani potranno entrare a contatto con le donne e gli uomini del Servizio nazionale della protezione civile. Anpas sarà presente con 141 piazze con centinaia di volontari formati nelle edizioni e nei mesi scorsi. Ormai giunta alla sua nona edizione, “Io non rischio” vedrà la presenza di gazebo informativi in più di 850 piazze in tutta Italia con i volontari delle associazioni nazionali e locali di protezione civile che racconteranno nel dettaglio i rischi terremoto, alluvione, maremoto e – novità dell’edizione 2019 – anche il rischio vulcanico in occasione dell’esercitazione nazionale Exe Flegrei 2019. 

“Per noi che, con Reluis e INGV, lo abbiamo proposto più di nove anni fa, e poi sviluppato con il Dipartimento della Protezione Civile, sin dalla prima edizione, Io non rischio è un appuntamento importante”, commenta il presidente di Anpas Fabrizio Pregliasco. “Per noi è diventata una consuetudine che quest’anno si rinnova: è l’esempio virtuoso di una contaminazione tra volontariato, comunità scientifica e istituzioni”. 

Carmine Lizza, responsabile Protezione Civile Anpas: “Essere arrivati alla nona edizione è il successo di un’idea che viene da lontano. Il terremoto dell’Aquila ci fece riflettere sulla necessità di cominciare a diffondere le buone pratiche per giungere preparati ad un evento sismico. È fondamentale conoscere i comportamenti da assumere durante un’urgenza e da questo punto di vista Anpas ha assunto sempre più un ruolo di laboratorio per sperimentare tecniche di comunicazione più efficaci. Mettiamo queste conoscenze a disposizione del volontariato e a cascata di tutta la cittadinanza che si avvicinerà ai nostri punti nelle circa 800 piazze d’Italia dove si svolgerà la campagna Io Non Rischio” 

CS “Io non rischio” non è solo lo slogan della campagna ma è un proposito, è la pacifica battaglia che ciascuno di noi è chiamato a condurre per la diffusione di una consapevolezza che può contribuire a farci stare più sicuri. 

Le piazze interessate dall’evento nella Marsica sono: 

Avezzano – Piazza Risorgimento – il 12 e 13 ottobre (a cura della Croce Verde 

Avezzano, Croce Blu Marsica, Gruppo Comunale Protezione Civile Avezzano) – Magliano de’ Marsi – Piazza della Repubblica – il 13 ottobre (a cura del Gruppo 

Volontari Magliano de’ Marsi) – Civitella Roveto – Piazza Gran Sasso – il 13 ottobre (a cura della Croce Verde Civitella 

Roveto) Carsoli – Piazza delle Libertà – il 13 ottobre (a cura del Gruppo Comunale Volontari Protezione Civile Carsoli)