Inter campione d’Italia 2020-2021, ad Avezzano i tifosi disciplinati scendono in piazza a festeggiare



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Grazie al pareggio che si è concretizzato per 1-1 nella partita tra Sassuolo ed Atalanta al Mapei Stadium l’Inter alle 16:51 diventa campione d’Italia e vince il 19esimo scudetto della sua storia con 4 giornate d’anticipo.

Siamo noi, sì, siamo noi. Campioni d’Italia. Lo possiamo finalmente urlare, dopo che lo abbiamo sognato, dopo che lo abbiamo tenuto nascosto in fondo al nostro cuore, custodendolo come un sogno prezioso che non volevamo si sciupasse. Lo indossiamo, questo Scudetto. Bello, perentorio, meritato. Agognato e sospirato. Siamo noi, siamo Campioni d’Italia.
Non ci stanchiamo di gridarlo, di ripetercelo. Siamo noi. Una squadra per conto di un intero popolo, quello nerazzurro. Una squadra che ha vinto, che ha dominato. Con un unico grande rammarico: quello di non aver potuto condividere le gioie sul campo con i tifosi nerazzurri” scrive in una nota sul proprio sito web la società interista, “19. Un numero che significa anche il dominio cittadino nella conta dei titoli nazionali. Un premio per una stagione iniziata a fine settembre, dopo il finale amaro della passata estate, e macinata, partita dopo partita, tra fatiche, difficoltà e continui slanci di generosità, determinazione. Non una stilla di energia è stata risparmiata.
E siamo Campioni d’Italia grazie all’affetto di tutti gli interisti del mondo, che non hanno mai mancato di appoggiare, sostenere, far sentire il proprio amore alla squadra. Una vicinanza, nonostante la forzata assenza, che ha fatto la differenza. E che merita di essere ripagata con il premio di questo straordinario Scudetto. Ora è il momento della festa: di tutti gli interisti.
Una gioia che si sprigiona genuina ma che invitiamo a esprimere nella maniera più responsabile possibile: siamo Campioni anche in questo“.

Incontenibile la gioia dei tifosi che non si sono risparmiati nel festeggiare e sono scesi nelle piazze di tutta Italia. Anche ad Avezzano, seppur in minor grado rispetto a Milano e ad altre città, una piccola rappresentanza di tifosi, rispettando le normative anti contagio ed utilizzando le mascherine, hanno manifestato la loro gioia nel centro città.
Un corteo di auto ha sfilato per tutto il centro, sventolando bandiere e suonando il clacson e le trombette da stadio.

In piazza Risorgimento in molti, per l’occasione, si sono vestiti di neroazzurro. Alcuni tifosi si sono intrattenuti prolungando la festa fino a sera, andando a mangiare nei locali in città.