Integrazione, sfruttamento sessuale, l’importanza della scuola, all’incontro con la Maraini



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Gioia dei Marsi – Si è parlato di integrazione e multiculturalismo, di sfruttamento sessuale delle bambine e delle donne, di importanza dell’educazione e della scuola, all’incontro che la scrittrice Dacia Maraini ha avuto con gli oltre cento studenti, docenti e genitori dell’Istituto Comprensivo di Gioia dei Marsi.

I ragazzi, dopo aver letto il suo ultimo romanzo “La bambina e il sognatore” nell’ambito di un progetto lettura preparato dai docenti, hanno scritto le proprie osservazioni e le hanno condivise con la Maraini. L’importanza dell’integrazione è stata al centro di molti interventi, in una scuola che conta il 30% di studenti stranieri (oltre 120), come ha ricordato il Dirigente scolastico, Andrea Bollini.

Dacia Maraini si è confrontata con i ragazzi in modo diretto e ha condiviso con loro alcuni passaggi come il senso di responsabilità collettiva che può fermare o limitare il fenomeno della violenza, la capacità di aprirsi alle altre culture senza preconcetti e pregiudizi per uscirne arricchiti, la capacità dei docenti di insegnare ai propri allievi a ragionare con la propria testa con audacia e coraggio in uno scambio vicendevole.

All’incontro ha partecipato il Sindaco di Gioia dei Marsi, Gianclemente Berardini, che ha ringraziato la Maraini per la sua opera a favore della comunità.




Leggi anche

Lascia un commento