Incarico a Gianluca Rubeo, Tagliacozzo Unita: “Basta con lo sperpero di risorse pubbliche”



Tagliacozzo – A proposito della scelta da parte del Sindaco di Tagliacozzo Vincenzo Giovagnorio di istituire un ufficio di segreteria particolare del Sindaco affidato alla persona di Gianluca Rubeo, interviene il consigliere di opposizione Romana Rubeo.

“Sin dal suo insediamento, questa Amministrazione si è contraddistinta per un uso alquanto disinvolto del denaro pubblico, adottando una scala di priorità che si disinteressa del bene generale, nell’ottica di una visione privatistica e di parte che privilegia l’effimero e l’apparenza.  Lo dimostra anche adesso la scelta di costituire un ufficio della segreteria particolare del Sindaco, con provvedimento n. 15 del 2017, nella persona di Gianluca Rubeo, per la durata di un mese”.

“Nelle scorse ore – continua – abbiamo depositato in Comune un’interrogazione per chiedere conto della durata del contratto, del costo, delle mansioni che il nuovo collaboratore svolgerà e delle ragioni che hanno prodotto questa presunta necessità. Ciò che contestiamo è l’assoluta disinvoltura con cui il Sindaco procede, nel momento di difficile congiuntura economica da lui stesso a più riprese ribadito, a destinare risorse preziose, appartenenti alla collettività, per farsi coadiuvare, probabilmente nel tentativo di circondarsi di persone di fiducia. Ci sembra quanto meno inopportuno, poi, che il Comune assuma e retribuisca il presidente dell’associazione “Prospettiva Futura”, associazione che porta lo stesso nome della lista che ha eletto il sindaco e l’attuale maggioranza, la quale pochi mesi fa ha gestito per conto dell’Amministrazione circa 8mila euro di fondi del bilancio comunale.

“Ci sorge infine il dubbio – conclude – che il Sindaco abbia bisogno di un supporto esterno: non si riesce forse a lavorare con l’attuale Giunta? Se è questo il caso e se davvero il sindaco crede di aver bisogno dell’aiuto del suo amico Gianluca Rubeo, faccia un rimpasto e lo nomini assessore esterno così l’operazione sarebbe a costo zero per l’Ente e per i cittadini. In nessun caso, però, si utilizzino le risorse pubbliche per coprire le inefficienze di una squadra di Governo.”



Leggi anche

Lascia un commento