Impresa e lavoro in Marsica, lo stato dell’arte dal punto di vista del Sindacato. LFoundry ancora ferma



Le abrasive parole di Antonello Tangredi che accusa la politica di essere latitante rispetto ai temi del lavoro

Avezzano – Nella video intervista, le considerazioni di Antonello Tangredi, referente territoriale di Fim-Cisl, che lancia dure accuse alla politica. «Non ci interessano le dichiarazioni di circostanza, che fra l’altro, neanche ci sono state, vista l’assenza colpevole delle istituzioni, ad ogni livello. A due giorni dal fermo della linea di produzione dello stabilimento, per via del blocco della centrale di cogenerazione, nessun esponente politico, di nessun partito, si è preoccupato di capire cosa fosse successo.»

Queste le abrasive parole di Tangredi che esprime sollievo per il fatto che nessuno si sia fatto male ma al tempo stesso stigmatizza la reticenza dell’azienda a partecipare ad un incontro urgente richiesto dalle rappresentanze sindacali, subito dopo l’incidente. Forse ancora un paio di giorni di fermo, stimati ingenti danni economici.

Reporter Manuel Conti



Leggi anche