Il successo targato Russia dell’artista marsicana Marinucci



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Celano – L’artista celanese Luisa Marinucci si è aggiudicata il primo posto del concorso di moda “Stile Italiano In Russia”.  L’artista marsicana è stata anche tra i protagonisti del fetival internazionale del pizzo e del merletto che si è svolto a Vologda.

Luisa Marinucci è un’artista celanese nata il 15/01/1986 ad Avezzano (AQ), cresciuta in un ambiente artistico molto favorevole, grazie ai genitori e agli zii, che l’hanno da sempre spronata nella sua vocazione verso le discipline artistiche. Inoltre suo zio Giorgio Paris la avvicina fin da bambina al mondo della musica, in particolar modo allo studio del violoncello. Da Celano si sposta ad Avezzano, dove frequenta l’Istituto Statale D’Arte V. Bellisario, seguendo il corso di “Rilievo e Catalogazione” e successivamente si trasferisce a L’Aquila, dove frequenta l’Accademia di Belle Arti, indirizzo “Pittura”, oltre al Conservatorio di Musica A.

Casella. Nel 2009 il tragico terremoto che ha profondamente segnato la sua terra, scuote anche nel profondo il suo animo, avviando nella giovane artista un cambiamento che la porta a lasciare tutto e a trasferirsi a Roma, dove si lega all’attuale compagno Stefano Nuccetelli, tecnico del suono per importanti artisti italiani. Nella Capitale Luisa ha bisogno di sperimentare qualcosa di nuovo e segue il corso bimestrale di “Oreficeria e Incastonatura” presso la Scuola delle Arti e dei Mestieri del comune di Roma e al termine del primo anno rientra in un bando indetto dalla regione Lazio, caratterizzato da lezioni in aula con professionisti del settore. Segue poi un tirocinio di 6 mesi presso Pandora Gioielli Luk&Co., bottega artigianale di alta gioielleria, che vede come maestri l’orafo Giuseppe Lucarini e sua moglie Federica Palmini, i quali la avvicinano al mondo delle tecniche orafe di antica tradizione e all’affascinante mondo della Gemmologia.

Successivamente, non ancora pienamente soddisfatta, Luisa cerca il modo di dedicarsi a tutte queste meravigliose discipline e mestieri studiando moda presso un’Accademia di Roma, che frequenta per tre anni. Inizia a studiare taglio, confezione, stilismo, ricamo (sotto la guida sapiente dell’eccellente ricamatrice Carla De Rossi) e accessori. Verso la fine del terzo anno partecipa ad un concorso indetto da Scuderia Ferrari Passion Cult di Roma e si classifica fra i vincitori. Ha così la possibilità di fare uno stage di 5 mesi presso l’azienda di moda IANDP s.r.l. (EX Ethic) di Ivano Piccirilli, per la linea di maglieria /SHE(Ǝ)R/ SHARE, nelle vesti di assistente stilista di Stefania Romeo (stilista donna prodotto), grazie alla quale si avvicina al mondo complesso della maglieria. Successivamente realizza la sua prima collezione personale (SS 2016), che vede la scelta di tessuti quali maglina mista a lurex e chiffon, con applicazioni di pizzo, completamente realizzata a mano, esposta la stessa estate presso il negozio Nina Abbigliamento a Celano. Successivamente decide di avviare un’Associazione Culturale a Roma presso lo storico quartiere di San Paolo, situato in Via Corinto 5, insieme a sua sorella Adriana Marinucci (violista per Laura Pausini, Ennio Morricone, Riccardo Muti), e le sue amiche di vecchia data Beatrice Benincasa (stilista) e Gaia Vitiello (mehndi artist). Qui decide di creare un laboratorio artistico dove fondere antiche arti e mestieri, coinvolgendo tutti e 5 sensi.

Un grande aiuto le viene dato dal pittore Giorgio Ferretti, che per anni ha collaborato con sua madre nelle scuole, avvicinando i più piccini alla pittura e che, credendo fermamente in lei, le dà la possibilità di tenere delle lezioni per i ragazzi dell’Università della California – UCEAP (University of California Education Abroad Program) a Roma.

Luisa afferma con orgoglio: “Amo disegnare manualmente, è quello che ho sempre fatto e studiato e trovo la mia massima realizzazione nel fondere questa attività artistica alla ricerca di idee e ai suoi sviluppi, soprattutto all’interno di un ambiente produttivo e creativo.
La moda mi permette di fondere le mie passioni e di concretizzare le mie idee. Da sempre amo il lavoro artigianale. Aver precedentemente studiato pittura mi torna utile anche per eventuali grafiche da me, ma anche di attingere a svariati campi nella ricerca di nuove idee.”
Da settembre 2016 Luisa frequenta un corso di taglio e confezione seguendo il metodo “Original System” con l’insegnante Tonina Santellocco, sarta modellista di grande esperienza, che ha contribuito a migliorare e completare la sua formazione artistica.

A novembre 2016 partecipa ad un concorso di moda “Stile Italiano in Russia” e progetta una collezione con i tessuti dell’azienda russa Voltri, che produce lino e maglina. Il concorso si concretizza in diverse fasi, trovando esito il 30 maggio 2017 con la vittoria della giovane artista celanese, che si aggiudica il primo posto. La direttrice dell’azienda Ольга Чашникова crede tanto in lei da decidere di presentare la collezione al Festival Internazionale della Moda di giovani designer “Губернский стиль 2017. Номинация “Street-style”, presso Tula, in Russia, dove si classifica seconda, a un solo punto di distanza dal vincitore, fra 110 collezioni di semifinalisti di alto livello, provenienti da diverse regioni russe e vari Paesi nel mondo. Ottiene così un diploma firmato Vjačeslav Zaitsev, leggendario designer, conferendole un importante riconoscimento internazionale. L’azienda la invita quindi dal 21 al 30 giugno a Vitalace, famoso Festival Internazionale del pizzo e del merletto con sede a Vologda e ad uno stage all’interno dell’azienda stessa, durante il quale la sua collezione verrà analizzata, sotto la supervisione di Luisa, in vista della produzione industriale per mano di esperti sarti e modellisti di Voltri.




Lascia un commento