Il Prosciugamento del Lago Fucino la manifestazione culturale messa in atto dall’IIS “Ettore Majorana” di Avezzano



Avezzano – Nell’ambito delle attività di PCTO (Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento), per l’Anno Scolastico 2021 – 2022, l’IIS “Ettore Majorana” di Avezzano dà luogo ad una manifestazione culturale intitolata “Le Grandi Opere Ingegneristiche dell’Antichità: Il Prosciugamento del Lago Fucino”.
Si tratta di un insieme di conferenze atte a ricostruire l’ambiente, la storia, ma anche come funzionassero l’economia e la tecnologia degli abitanti dei centri ripuari, dopo un avvenimento rivoluzionario come la scomparsa del lago. Gli eventi, allo start il 29 gennaio scorso con l’incontro “Il prosciugamento del Fucino e la centuriazione in età romana. Progetto, realizzazione e tempi della bonifica voluta dall’ imperatore Claudio”, di Hermes Borghesi, continueranno il 12 febbraio con l’intervento di Laura Saladino, “Federico II nella Marsica e gli interventi nell’emissario claudiano”.

Il 17 febbraio, con Gianfranco Mieli, sarà la volta de “Il prosciugamento del Fucino ad opera dei Torlonia (1853-1875) e l’industrializzazione dell’area”.
Il 10 marzo Massimo Di Toro attiverà un excursus tecnico sulla canalizzazione delle acque con “L’impianto idraulico di sollevamento delle acque del Fucino”, mentre sempre per il mese di marzo, in data da definire, è prevista una visita a “L’Aia dei Musei”, polo culturale di Avezzano, e all’inghiottitoio dell’Incile.
Il 9 aprile ancora Gianfranco Mieli su “La riforma agraria degli anni ’50. La redistribuzione delle terre” e, il 30 aprile, Serena Cosentino e Gianfranco Mieli presenteranno “Il nuovo assetto fondiario del Fucino: la nascita dei borghi rurali”.

Le conferenze, moderate da valenti esperti del settore, sono coordinate dalla professoressa Serena Cosentino.
La manifestazione ha lo scopo di far conoscere le radici antiche e moderne della Marsica, con l’intenzione di orientare i giovani ad un futuro promettente dal punto di vista lavorativo, ampliando le proprie conoscenze sul passato articolato ed importante della loro terra: meta finale l’attualizzazione dei loro desideri correlati alla crescita del territorio.



Leggi anche