13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
13 Gennaio 1920: il deputato Erminio Sipari celebra la Marsica a 5 anni dal terribile terremoto del 1915
Marsica – Erminio Sipari (Alvito 1869 – Roma 1968) è spesso ricordato per essere stato il fautore e primo presidente del Parco nazionale d’Abruzzo, uno dei pionieri della conservazione...
Castello baronale dei Colonna (Avezzano)
L’arrivo dei  Colonna nella Marsica: amministratori del feudo in fermento nel 1653
Dopo la morte di Marcantonio (24 gennaio 1659), gli successe nei possedimenti marsicani Lorenzo Onofrio Colonna che, alla metà degli anni ottanta del XVII secolo, incappò nella celebre guerra di successione...
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum: dove si trovavano le località citate da Tito Livio?
È vero: Aquiloniam, Cominium, Velia, Palumbinum ed Herculaneum non sono località dell’Abruzzo. Però va anche detto che fino al 1963 l’Abruzzo e il Molise erano una sola Regione, ed ecco spiegato il mio...
pieralice
Giacinto De Vecchi Pieralice, un erudito tra il carseolano e Roma
Giacinto De Vecchi Pieralice (1842-1906) fu un intellettuale con vasti interessi culturali nel campo umanistico e storico. Nacque a Castel Madama (RM) il 16 dicembre 1842 da Michele Pieralice ed Eufrasia...
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Due donne di Civita d'Antino ritratte nei pressi di Palazzo Ferrante dal famoso artista danese Kristian Zahrtmann nel 1904
Civita d’Antino – Il titolo originale dell’opera di Kristian Zahrtmann di cui parliamo è “Udenfor Seminariemuren i Civita d’Antino” che, tradotto in italiano, diventa...
Come vestivano i banditi Scarpaleggia e Simboli
Il banditismo nella Marsica nei secoli XVI-XVIII: complicità, aberrazioni e compromessi
Lo storico Julian Paz y Espeso, nella sezione manoscritti della Biblioteca Nazionale di Spagna (Archivio Simancas) ha sostenuto che nella prima metà del Seicento, prevalse nel viceregno napoletano il giudizio...
La necropoli di Val Fondillo
La necropoli di Val Fondillo
Opi – La presenza dell’uomo nel nostro territorio è documentata sin dal Paleolitico, tra 300.000 e 120.000 anni fa, quando quest’area era occupata da gruppi di cacciatori in cerca di cibo, quindi...
Inaugurazione della ferrovia Roma-Sulmona il 18 Luglio 1888: per la prima volta il treno attraversò la Marsica
Inaugurazione della ferrovia Roma-Sulmona il 18 Luglio 1888: per la prima volta il treno attraversò la Marsica
Marsica – L’inaugurazione della ferrovia Roma-Sulmona nel 1888 fu un evento di grande importanza per l’Italia perché segno un passo fondamentale nello sviluppo delle infrastrutture di trasporto del...
Cerca
Close this search box.
Home » Attualità » Il nuovo spettacolo targato Teatro Stabile d’Abruzzo “La bottega del caffè” debutta a Parigi

Il nuovo spettacolo targato Teatro Stabile d’Abruzzo “La bottega del caffè” debutta a Parigi

Facebook
WhatsApp
Twitter
Email

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Luigi Iacoboni
Luigi Iacoboni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Livia Di Pasquale
Livia Di Pasquale
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Angelo Pietrangeli
Angelo Pietrangeli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Pietro Mazzulli
Pietro Mazzulli
Vedi necrologio
Il nuovo spettacolo targato Teatro Stabile d'Abruzzo "La bottega del caffè" debutta a Parigi
Massimo Di Michele

Abruzzo – Debutta a Parigi nella splendida sede dell’Istituto Italiano di Cultura, venerdì 26 aprile alle ore 18,30, il nuovo spettacolo targato Teatro Stabile d’Abruzzo “La bottega del caffè”. Il celeberrimo testo goldoniano è qui riscritto da Giusi Checcaglini, è interpretato da Massimo Di Michele e Fabio Pasquini e vede la luce al termine di una residenza artistica voluta dal Direttore dell’Istituto Antonio Calbi.

“Sono felice del debutto di questa particolare versione di “La bottega del caffè” in una cornice così prestigiosa come l’Istituto Italiano di Cultura a Parigi, la mia scommessa –dice Giorgio Pasotti Direttore dello Stabile- è riportare il TSA al centro della scena italiana e non solo, prestiamo sempre più attenzione a collaborazioni e partenariati internazionali e sono sempre più convinto dell’attenzione che dobbiamo al teatro classico, ai testi immortali che hanno rappresentato e continuano a rappresentare fondamenta e colonne della storia artistica e culturale del nostro Paese. Uno degli assi portanti della mia Direzione Artistica del TSA lavora proprio sui nuovi linguaggi possibili per avvicinare anche le nuove generazioni al “repertorio”. Un lavoro che ci ripaga con la presenza ai nostri spettacoli di tanti giovani.”

“E’ sempre così difficile, quasi “imbarazzante”, scrivere appunti su un viaggio che devi ancora vivere… Quindi provo ad immaginare come sarà questo viaggio in compagnia di un pilastro del Teatro, Carlo Goldoni. – scrive Massimo di Michele che ne cura anche la regia – Goldoni è una scelta forte perché pone una difficoltà non banale: avvicinarsi a un testo classico, un canone del teatro italiano, sostenuto da una tessitura, un linguaggio profondamente teatrali, e al contempo restituirne una riduzione contemporanea, senza tradirne il contenuto.

Ma la categoria del classico, in realtà, ben si presta ad operazioni di rilettura. Il vero classico non è cristallizzato in un’epoca remota e circoscritta, ma proietta i suoi temi e le sue soluzioni in una dimensione perennemente contemporanea, perfettamente adattabile ai più svariati panorami culturali e sociali. In questa ottica, la riduzione della professoressa Checcaglini, seziona e ricompone la trama, focalizzando la riscrittura sui due archetipi goldoniani del Serio e del Faceto. È una sintesi quasi sartoriale, che lavorando sul tessuto nobile del testo di Goldoni, ne individua nuove trame, le ricuce nella voce dei due soli attori che popolano la scena, innesta scampoli di altri stili e tradizioni letterarie, che spaziano da Plauto a Molière, fino a Dostoevskij.

Come un filo di seta invisibile, la riscrittura reintreccia il testo originale, lo ricama di contaminazioni, lo trasforma in un testo inedito e sorprendente, ne veste la solida macchina teatrale Goldoniana, lasciandone intatta la forza espressiva. La guerra, la pace, le relazioni sociali, il commercio, temi originali dell’opera, rivivono contemporanei nella riscrittura. Scorrono tra i testi a cui i due attori danno voce. Due personaggi che, sganciati da ogni connotazione temporale forte, potrebbero essere i due di Aspettando Godot o di Finale di Partita. Oppure due persone qualunque, entità astratte che attraversano il tempo. Il mio intento è quello di, seguendo l’intento della riscrittura testuale, sfumare la collocazione temporanea del testo originale, creare una percezione di continuità tra le dinamiche del racconto e quelle della contemporaneità che viviamo.

Un racconto, una storia, che si svolge nel ‘700, ma in cui possiamo riconoscere noi stessi, una storia di uomini e di immutati meccanismi umani, svincolata dal tempo della narrazione. In questa rarefazione temporale, anche lo spazio e la scena sfumano i propri tratti. Si compongono di percezioni più che di oggetti. L’odore del caffè, l’acciottolio di tazze, il parlottare. Poche pennellate emotive in uno spazio scenico svuotato, atemporale. Sulla fisicità degli attori, ho intenzione di lavorare per creare una sintesi tra una gestualità che richiami la classicità del testo di Goldoni, ma che si apra alla fluidità espressiva del teatro contemporaneo.

Su questi spunti, si baserà il processo di lavorazione della rappresentazione. Si tratta, ad ogni modo, di un punto di partenza, che si arricchirà dell’alchimia imprevedibile che si instaura tra gli attori e il testo, le cui evoluzioni, come in ogni processo creativo, costituiscono un materiale prezioso e unico che rivivrà sulla scena.”

Comunicato stampa TSA

PROMO BOX

Comune di Celano
José Borges
Sirente Bike Marathon 20052024 camp reg fci abruzzo marathon
IMG-20240521-WA0000
FB_IMG_1716223877738
pietrucci-pierpaolo
WhatsApp Image 2024-05-20 at 12.48
60 mila prodotti contraffatti finiti sotto sequestro grazie alle indagini eseguite dalle Fiamme Gialle
Pescasseroli si prepara alla magnifica infiorata del Corpus Domini, i lavori prenderanno il via il 1° Giugno
Cammino dell'Accoglienza, 3 giorni di trekking dalla Valle Roveto ad Avezzano attraverso la montagna di Luco e la cresta del Salviano
L'antica Torre medievale di Collarmele è interessata da lavori di manutenzione straordinaria
Avezzano si prepara a commemorare le circa 100 vittime civili del bombardamento del 1944
Comune di Capistrello
Lavoro agricolo di qualità e lotta al caporalato: istituzione della Sezione Territoriale della rete nella provincia dell'Aquila
Alone luminoso intorno al sole: il particolare fenomeno ottico in una foto di Arturo Di Felice
Diversi atti vandalici registrati a San Benedetto dei Marsi, sindaco Cerasani: "Abbiamo raggiunto il limite, faremo denuncia"
IMG-20240520-WA0003
Il 20 Maggio è la Giornata Mondiale delle Api, fondamentali rigeneratrici di biodiversità
FIAB L’Aquila "Più Bici in Città" propone la Pedalata per Alfonsina Strada, in memoria dell'impresa al Giro d'Italia 1924
Il trasaccano Biagio Venditti protagonista, insieme a Diego Abatantuono, del film "L'ultima settimana di settembre"
Cammino dei Briganti
FB_IMG_1716189675115
Nuova opera street art a Pescocanale, il Comitato Feste 2023 regala un murale dedicato ai migranti
WhatsApp Image 2024-05-20 at 08.28

NECROLOGI MARSICA

Necrologi Marsica Vittoria Cornacchia
Vittoria Cornacchia
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Anna D'Amico
Anna D'Amico
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Luigi Iacoboni
Luigi Iacoboni
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Livia Di Pasquale
Livia Di Pasquale
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Angelo Pietrangeli
Angelo Pietrangeli
Vedi necrologio
Necrologi Marsica Pietro Mazzulli
Pietro Mazzulli
Vedi necrologio

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Avezzano (AQ) n.9 del 12 novembre 2008 – Editore web solutions Alter Ego S.r.l.s. – Direttore responsabile Luigi Todisco.

TERRE MARSICANE È UN MARCHIO DI WEB SOLUTIONS ALTER EGO S.R.L.S.

Non è possibile copiare il contenuto di questa pagina