Il giovane imprenditore Angelo Del Rosso a sostegno di Gabriele De Angelis



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. “Innovare vuol dire fare un salto significativo rispetto alla realtà e alle logiche improvvisate di oggi. Avezzano attualmente non consente, ai tanti potenziali talenti, di affermarsi grazie al contesto. I più motivati spesso fuggono via. Abbiamo miniere trascurate i cui nomi non sono neppure conosciuti. Io ho creato lavoro, conosco i ragazzi del territorio. Sono certo che vogliono cambiare pagina”.
Così Gabriele De Angelis, candidato Sindaco di Avezzano per la coalizione Insieme, sul tema delle opportunità che la città offre ai giovani talenti locali. Una riflessione a voce alta fatta nell’incontrare Angelo Del Rosso, giovane imprenditore e innovatore dell’impresa, candidato nella coalizione che sostiene lo stresso De Angelis, che opera in gruppi di lavoro di grande importanza e segue una serie di progetti estremamente rilevanti con L’Università dell’Aquila. Si tratta, peraltro, di attività di grande interesse per l’area agricola marsicana.
“Angelo Del Rosso – afferma De Angelis – sa perfettamente cosa vuol dire alta tecnologia biologica. La sua visione del futuro è in linea con il programma della nostra coalizione in tema di sviluppo del settore agroalimentare. Avezzano è il cuore del Fucino, un’area strategica regionale per il comparto agricolo e industriale – continua De Angelis – . C’è molto lavoro da fare affinché l’agroalimentare diventi una fondamentale opportunità di rilancio per la nostra città e per trasformare le imprese in motore di sviluppo di tutto il territorio. Il nostro obiettivo è quello di potenziare il nucleo industriale di Avezzano, mettendo in condizione le aziende di investire nel territorio, anche grazie ad un sistema di agevolazioni fiscali. Dobbiamo fare rete – conclude – per accogliere le nuove imprese, semplificare e incentivare il loro insediamento nella nostra città”.




Lascia un commento