Il Comune di Castellafiume aderisce al GAL Marsica e al progetto “Cippi, Antichi Confini”

Castellafiume  – Il Comune di Castellafiume entra a far parte del GAL Marsica e aderisce al progetto sul cammino “Cippi, Antichi Confini”.

E’ quanto deliberato ieri, all’unanimità, nel corso del consiglio comunale. “Entrare a far parte del GAL Marsica, rappresenta una grande opportunità – ha dichiarato il sindaco di Castellafiume, Giuseppina Perozzi – l’adesione del comune di Castellafiume alla società costituisce un’occasione di sviluppo per la valorizzazione del nostro territorio, in quanto ci permette di essere inseriti nell’ambito di un circuito che offre strategie territoriali importanti con lo scopo di valorizzare i veri punti di forza della Marsica attraverso una partecipazione ampia e diretta delle singole comunità  locali”. Alla base dell’attività del GAL Marsica ci sono progetti per lo sviluppo rurale, la crescita culturale, il miglioramento dell’ambiente e del paesaggio attraverso strategie e sinergie di sviluppo socio economico-produttivo, turistico e culturale.

Inoltre è stata deliberata anche l’approvazione della convenzione con lo sportello Europa Abruzzo per il riconoscimento del percorso “Cippi, Antichi Confini” nell’ambito dell’attività di promozione dei cammini avviato dalla Regione Abruzzo.
L’iniziativa è finalizzata alla creazione di un camminamento turistico nei territori percorsi dall’antico confine tra il Regno delle due Sicilie e lo Stato Pontificio. Oltre a Castellafiume sono coinvolti nel progetto i comuni di Tagliacozzo, Carsoli, Cappadocia, Oricola, Pereto, Rocca di Botte e altri centri della Valle Roveto.
“Il turismo lento dei cammini permette di generare una microeconomia in grado di creare attrattiva rilanciando il turismo locale e creando un’opportunità di crescita economica per il nostro territorio” ha concluso soddisfatta il primo cittadino, Giuseppina Perozzi.

Lascia un commento

Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0.00
Send this to a friend