Il Bodyguard dei Vip patteggia per una violenza commessa ad Avezzano



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Era accusato di avere picchiato un minorenne avezzanese durante un concerto di Gué Pequeno ad Avezzano dove stava svolgendo attività di security.

Rinviato a giudizio, Quarto Danilo 34 enne di Bari ma da anni residente a Milano, famosissimo per essere il bodyguard dei vip e titolare di una famosa agenzia che opera nel campo della sicurezza. Quarto si è assunto le proprie responsabilità, dinanzi al giudice del Tribunale Penale di Avezzano Gaetano Tanzi, e al fine di evitare guai peggiori ha deciso di patteggiare con una pena pecuniaria di novemila euro.

Secondo la ricostruzione fatta gli agenti del commissariato di Avezzano che si trovavano sul posto per un servizio di ordine pubblico, nel luglio del 2016, in tarda serata mentre Gué Pequeno si esibiva, il bodyguard che faceva parte della sicurezza del cantante, ha raggiunto l’avezzanese e lo avrebbe aggredito: il motivo, secondo l’accusa, sarebbero alcuni gesti che il minorenne avrebbe rivolto all’uomo e verso il palco. Il giovane a seguito di ciò ha poi sporto denuncia per lesioni.

Soddisfatti dell’esito del processo penale gli avvocati Luca e Pasquale Motta difensori del giovane avezzanese, che adesso agirà anche in sede civile al fine di ottenere il risarcimento dei danni subiti.



Lascia un commento