Identità digitale Spid: il servizio in 13 uffici della Marsica



Anche nella Marsica i cittadini possono richiedere l’identità digitale negli uffici postali e accedere a tutti i servizi che aderiranno allo Spid (Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale). Poste Italiane è infatti uno dei tre soggetti accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale a rilasciare identità digitali. Oltre ai quattro uffici postali di Avezzano, nella Marsica il servizio è attivo anche a Balsorano, Capistrello,Carsoli, Celano, Civitella Roveto, Luco nei Marsi, Pescina, Tagliacozzo e Trasacco.

L’identità SPID rappresenta un’autentica semplificazione e un notevole passo in avanti verso un futuro digitale, consentendo ai cittadini di utilizzare un unico PIN per accedere con pc, smartphone e tablet ai servizi on line della Pubblica Amministrazione nazionale e locale e dei soggetti privati che in prossimo futuro saranno accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale.

Conseguire lo SPID è semplice: basta infatti collegarsi sul sito di Poste Italianewww.poste.it/SPID e registrarsi a “PosteID abilitato a SPID”. Tutti i cittadini che non hanno uno strumento di identificazione online, dovranno compilare il form online e successivamente recarsi presso uno degli uffici postali abilitati per ricevere l’autenticazione, portando con sé un documento d’identità in corso di validità e il codice fiscale. Per conoscere tutti gli uffici postali abilitati al servizio di rilascio di identità digitale è possibile consultare il sito www.poste.it, alla sezione “cerca ufficio postale”.

Per tutti i clienti di Poste Italiane che già dispongono di strumenti di identificazione come lettore BancoPosta, numero di telefono certificato su carta Postepay o Libretto Smart e AppPosteID, sarà sufficiente accedere ad una procedura di registrazione semplificata completamente online, così come tutti i cittadini in possesso di Carta Nazionale dei Servizi/carta d’identità elettronica attiva o Firma Digitale.

Nei prossimi mesi, inoltre, tutti gli uffici postali italiani saranno abilitati al servizio e anche i portalettere, grazie alla loro dotazione telematica, saranno in grado di identificare il cliente a domicilio e fornirgli l’identità digitale.



Leggi anche

Lascia un commento