I ragazzi del Turistico non entrano a scuola, la rappresentante: “Le aule sono fredde”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tagliacozzo.  Questa mattina molti ragazzi dell’istituto Turistico di Tagliacozzo non sono entrati a scuola. Inizia la loro protesta contro la scuola e le temperature basse. La rappresentante d’istituto precisa che non si tratta di uno sciopero ma di una protesta perché a scuola è freddo.

“Abbiamo controllato le temperature”, commenta Silvia Di Paolo, “e siamo al di sotto dei 18 gradi. La legge prevede che al di sotto di questa temperatura non si può fare lezione nelle aule. I termosifoni sono accesi dalle sei di mattina alle 18. Il sindaco ci aveva promesso che ieri sarebbe venuto a vedere ma non è venuto. Per questo oggi scegliamo di non entrare. Il nostro non è uno sciopero ma è una protesta”.

Le scuole superiori sono di competenza della provincia che ieri ha diramato una nota in cui scrive che negli istituti i termosifoni sono regolarmente accesi.




Lascia un commento